Vaccino Covid, l'Ema approva Johnson&Johnson come terza dose (anche dopo Pfizer o Moderna)

La dose booster del vaccino Janssen ad almeno due mesi dall'ultima somministrazione

Video

Vaccino contro il Covid, l'Ema approva una sorta di 'eterologa inversa': ok al vaccino monodose di Johnson&Johnson come terza dose, anche per chi ha completato il primo ciclo vaccinale con i vaccini a m-Rna (Pfizer e Moderna).

Leggi anche > No vax tentano di occupare l'ospedale: bloccati dalla polizia

L'ok dell'Agenzia europea del farmaco arriva per tutti gli over 18 e il vaccino Janssen, prodotto da Johnson&Johnson, potrà essere somministrato ad almeno due mesi dall'ultima dose. La raccomandazione arriva dopo che dai dati esaminati risulta che una dose booster del vaccino Janseen data dopo due mesi dalla prima dose negli adulti porta a un aumento degli anticorpi contro SARS-CoV-2, il virus che causa il Covid-19. Il rischio di trombosi in combinazione con trombocitopenia (TTS) o altri effetti collaterali molto rari dopo un richiamo non è noto e viene attentamente monitorato.

L'Ema ha anche concluso che una dose booster con il vaccino Janssen può essere data dopo due dosi di uno dei vaccini a mRna autorizzati dall'Ue, ovvero i vaccini Comirnaty (Pfizer/BioNTech) e Spikevax (Moderna). Come per tutti gli altri farmaci, si indica in una nota dellp'Ema, l'agenzia continuerà a verificare i dati sulla sicurezza e l'efficacia del vaccino Janssen.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 15 Dicembre 2021, 18:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA