Dal vaccino AstraZeneca risultati incoraggianti: «Robusti anticorpi contro il Covid, anche negli anziani»
di Domenico Zurlo

Dal vaccino AstraZeneca risultati incoraggianti: «Robusti anticorpi contro il Covid, anche negli anziani»

C'è una speranza dal vaccino contro il coronavirus sviluppato dall'Università di Oxford, in collaborazione con AstraZeneca e le cui dosi saranno prodotte in Italia dalla Irbm di Pomezia. I primi risultati dei test del vaccino stanno infatti mostrando come lo stesso produca una forte risposta immunitaria negli anziani, le persone più ad alto rischio e con alta mortalità in caso di contagio da Covid-19.

 

Leggi anche > Nuovo dpcm, la stretta del Governo. Le misure in vigore da oggi

 

Secondo quanto riporta il Financial Times, che cita due persone vicine alla sperimentazione, ripreso dall'agenzia Reuters, il vaccino innesca gli anticorpi protettivi e le cellule T nei gruppi di età più avanzata. Le reazioni avverse sono state inferiori tra gli anziani, ha fatto sapere Astrazeneca. «È incoraggiante vedere che le risposte immunitarie sono simili tra i più anziani e i più giovani e che la reattogenicità è inferiore negli adulti più anziani, dove la gravità della malattia Covid-19 è maggiore», ha detto alla Reuters un portavoce della multinazionale.

 

Leggi anche > Crisanti: «Misure insufficienti se manca un piano per tracciare i contagi»

 

I dettagli dei risultati dovrebbero essere a breve pubblicati su una rivista scientifica, scrive il Financial Times. AstraZeneca, che sta sviluppando il vaccino con i ricercatori dell'Università di Oxford, è visto come un capofila nella corsa per produrre un vaccino per proteggere dal Covid-19. I risultati fanno eco ai dati rilasciati a luglio che hanno mostrato che il vaccino ha generato «risposte immunitarie robuste» in un gruppo di adulti sani di età compresa tra i 18 e i 55 anni. Il Ft avverte però che i test di immunogenicità positivi non garantiscono che il vaccino alla fine si dimostrerà sicuro ed efficace nelle persone anziane. 

 

 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 26 Ottobre 2020, 15:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA