Covid, campagna vaccinale rallentata a Ferragosto. Obiettivo: immunità di gregge entro fine settembre

Video

La campagna vaccinale per il Covid in corso ha subito un rallentamento nelle due settimane a cavallo di ferragosto. Dopo mesi di crescita, dal 16 agosto a domenica, infatti, le iniezioni sono state circa un milione e mezzo, mantenendo una media di appena 200mila al giorno (contro le 500mila di poche settimane prima). Anche nei sette giorni precedenti al 15 agosto, la curva era scesa di molto: 1.946.814, una media di 280mila iniezioni al giorno.

 

Leggi anche - Alpinisti in difficoltà sul Monte Zermula, salvati nella notte dai soccorsi alpini

 

Negli ultimi giorni tuttavia, si registra un lieve aumento che fa ben sperare in un graduale ritorno delle inoculazioni a pieno regime nel mese di settembre, al termine del quale è fissato l'obiettivo del raggiungimento della cosiddetta immunità di gregge.

Come riporta La Repubblica, la situazione degli over 50 è preoccupante: ci sono ancora 4 milioni di persone che non hanno fatto nemmeno una dose. In questa classe di età ci sono i cittadini che rischiano di più se si contagiano. Sono circa 440mila i cinquantenni che hanno fatto la prima dose negli ultimi 30 giorni, contro i 460mila del mese precedente e addirittura 3,1 milioni di quello ancora prima. In questa fascia ci sono ancora oltre 2 milioni di non vaccinati.

Al contrario, invece, per la fascia d'età tra i 12 e i 19, nell'ultimo mese si è registrato un numero di vaccinazioni maggiori, passata da 680 a 990mila somministrazioni di prime dosi.  

La struttura del commissario Figliuolo ha fissato per fine settembre il termine per raggiungere l'80% dei vaccinabili. Attualmente gli italiani sopra i 12 anni completamente immunizzati sono 36.323.152, cioè il 67,2% del totale. L'obiettivo delle prossime 5 settimane, dunque, è quello di vaccinare il 13% della popolazione. 

 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 23 Agosto 2021, 11:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA