Un robot per le protesi del ginocchio. L’Ospedale San Carlo di Nancy introduce il sistema NAVIO

Un robot per le protesi del ginocchio. L’Ospedale San Carlo di Nancy introduce il sistema NAVIO

Un nuovo robot entra in sala operatoria all’Ospedale San Carlo di Nancy e questa volta per la chirurgia protesica del ginocchio. L’Ospedale, accreditato con il SSN, già dotato di robot da Vinci per l'Urologia, è il primo ad introdurre l’avanguardia del sistema NAVIO nella capitale e l’unico a dotarsene nel centro-sud, diventando centro di riferimento per la chirurgia robotica. «Entro fine anno eseguiremo circa 150 impianti e dal 2021 il 30% degli interventi di protesica al ginocchio si gioveranno della tecnologia robotica», commenta il dott. Mario Tartarone, Direttore del dipartimento di Ortopedia e Traumatologia all’Ospedale San Carlo di Nancy.


NAVIO ha una estrema precisione chirurgica, che supporta l’expertise del chirurgo ortopedico e permette un’accurata pianificazione dell’intervento per personalizzarlo sull’anatomia e sulla cinematica del ginocchio del paziente. Con l’ausilio di multipli sensori si ricostruisce un’immagine 3D delle superfici articolari e dell’anatomia del ginocchio, in sala operatoria il “braccio robotico” computer-assistito guida l’esecuzione del chirurgo sul modello 3D per il posizionamento della protesi. «Siamo un centro di formazione per la chirurgia robotica per il centro-sud Italia, abbiamo un accordo formativo quinquennale con la scuola di specializzazione dell’Università Cattolica e siamo aperti a ulteriori collaborazioni con altre importanti università italiane». (A.Cap.)

Ultimo aggiornamento: Lunedì 27 Luglio 2020, 16:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA