Malato di Sla rifiutato dal ristorante: credevano fosse ubriaco. La furia della moglie: «Disgustoso»
di Simone Pierini

Malato di Sla rifiutato dal ristorante: credevano fosse ubriaco. La furia della moglie: «Disgustoso»

Un ragazzo malato di Sla è stato rifiutato al ristorante. Il motivo? Secondo i camerieri il suo modo di parlare era confusionario. Per loro sembrava ubriaco. Den Hare, 26 anni, si era recato presso un locale di Filadelfia insieme ai suoi amici per bere qualcosa. Una volta arrivato all'ingresso i camerier gli hanno negato l'accesso. Le conseguenze della malattia nel suo modo di comunicare, nei suoi movimenti, sono stati confusi con una sbronza qualsiasi e il giovane è stato respinto. A nulla sono serviti i tentativi degli amici di spiegare la condizione di Den ai dipendenti del locale. La moglie, appresa la notizia, si è recata furiosa nel ristorante al cospetto del manager di sala. In un video ha mostrato la discussione. 



La coppia si è sposata a maggio di quest'anno. Poco dopo, ad agosto, a Dan è stata diagnosticata la Sla. «Mi ha fatto sentire molto impotente come se non meritassi di divertirmi», ha dichiarato il marito a KYW-TV.

«Chiunque stia pensando di andare a Las Margaritas, per favore, non fatelo! - ha scritto su Facebook Bryanna Hare condividendo il filmato - Stasera Dan è uscito a mangiare con due dei suoi amici lì ed è stato discriminato perché è handicappato! Dato che ora la sua voce è diversa a causa della Sla, gli è stato negato di entrare non da uno ma da due camerieri a causa delle sue "parole confuse"».

«Anche i suoi due amici che erano con lui hanno cercato di spiegare la sua diagnosi ai cameriere - ha aggiunto - ma nessuno sembrava preoccuparsene o addirittura prenderli in considerazione. Hanno quindi incolpato la sua carta d'identità e hanno detto che non era valida, ma non è vero. Parlando con il manager di sala, Felipe, lui si è dichiarato completamente ignaro del fatto, i suoi lavoratori sono tutti maleducati e disgustosi. Ho dovuto prendere l'intero bollettino medico di Dan per provare la sua diagnosi. Il mio cuore è completamente spezzato per mio marito. Per favore - conclude - condividete tutti!». Il video ha superato quita 80mila visualizzazioni e in migliaia lo hanno condiviso e commentato, inorriditi per l'umiliazione subita dal giovane. 

La proprietaria del ristorante, la signora Vittoria Perez, ha dichiarato che i suoi dipendenti hanno reagito in modo eccessivo alla situazione e che stavano agendo con cautela per proteggere il ristorante se si fosse scoperto che Dan Hare era ubriaco. «Erano molto aggressivi - ha detto Perez alla KYW-TV - se succede qualcosa, siamo responsabili. Ci scusiamo se lo abbiamo ferito in qualche modo nei sentimenti, perché se fosse vero di questa malattia, mi sento male».
 
Mercoledì 18 Settembre 2019, 12:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA