Piano Pandemico del Governo: «Con risorse scarse, scegliere chi curare»

Video

L'allarme covid non cessa, così l’Italia prova ad attrezzarsi per il futuro: dopo le polemiche legate al mancato rinnovo del piano pandemico dal 2006, si sta studiando un nuovo piano per il periodo 2021-2023.

 

La bozza, elaborata dal dipartimento Prevenzione del ministero della Salute, indica una serie di misure per fronteggiare future, possibili pandemie. Tra queste, c’è quella, rigorosa e terribile, che prevede, in caso di risorse insufficienti, di dover scegliere chi curare, privilegiando i pazienti che possono trarre maggiori benefici dalla terapie.

 

Cosa prevede

 

La bozza sarà sottoposta alle Regioni e indica una serie di misure per fronteggiare future, possibili pandemie. Ma è il riferimento all'aspetto etico che ha subito accesso la discussione. "E' solo una bozza informale condivisa con i soggetti interessati e destinata a raccogliere indicazioni e modifiche", spiegano dal Ministero della Salute. Il tema scottante ed eticamente delicato è quello della scelta di chi curare: i principi di etica possono consentire di allocare risorse scarse in modo da fornire trattamenti necessari preferenzialmente a quei pazienti che hanno "maggiori probabilità di trarne beneficio".


Ultimo aggiornamento: Martedì 12 Gennaio 2021, 08:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA