Omicron, contro le reinfezioni è più efficace Pfizer o Moderna? La risposta da uno studio su Nature

Omicron, contro le reinfezioni è più efficace Pfizer o Moderna? La risposta da uno studio su Nature

La risposta in uno studio pubblicato su Nature

La variante Omicron (e tutte le sue sottovarianti) è ormai quella dominante del virus SARS-CoV-2. Anche se il decorso della malattia è generalmente più blando, il rischio di reinfezioni da Covid, anche tra i vaccinati e tra i guariti, è decisamente più alto rispetto alle varianti precedenti. I dati, però, sembrano variare a seconda del tipo di vaccino.

 

Leggi anche > Mascherine in aereo, stop all'obbligo sui voli in Ue dal 16 maggio. «Ma chi tossisce o starnutisce deve indossarla»

 

Il quotidiano Il Messaggero riporta infatti uno studio condotto negli Stati Uniti e pubblicato su Nature. La ricerca ha interessato 3,5 milioni di persone, tutte vaccinate con doppia dose di Pfizer o Moderna. Di queste, 8848 hanno avuto infezioni da Covid documentate: il 35% dei pazienti reinfettati da Omicron aveva ricevuto Moderna, il 65% Pfizer.

 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 12 Maggio 2022, 13:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA