Long Covid, alcuni sintomi simili alla menopausa. Allarme sulle diagnosi per le donne

I sintomi a lungo termine dell'infezione sono simili agli effetti della menopausa, rivelano alcuni esperti su The Lancet Regional Health Europe.

Long Covid, alcuni sintomi simili alla menopausa. Allarme sulle diagnosi per le donne

Long Covid, è allarme sulle diagnosi per le donne intorno ai 50 anni. Alcuni degli effetti a lungo termine dell'infezione da Sars-CoV-2 sono infatti molto simili a quelli della menopausa. Lo rivelano alcuni esperti in un commento su The Lancet Regional Health Europe.

Leggi anche > Covid, la circolare di Figliuolo: «Curva epidemica sale, subito terza dose per evitare pandemia dei non vaccinati»

Molti dei sintomi tipici del Long Covid, come affaticamento, dolori muscolari, palpitazioni, deterioramento cognitivo, disturbi del sonno, hanno una significativa sovrapposizione con la perimenopausa e la menopausa. Questo renderebbe più difficile la diagnosi per la menopausa, anche nell'eventualità di trattare i sintomi con una terapia ormonale sostitutiva. Tra i vari esperti a lanciare l'allarme ci sono Stuart Stewart, del Centro per la ricerca sulle cure primarie e sui servizi sanitari dell'Università di Manchester, Louise Newson, specialista in menopausa presso il National Institute for Health Research di Stratford-upon-Avon, e Lawrence Young, virologo della Warwick Medical School.

«Il mancato riconoscimento - scrivono gli esperti - rischia di far perdere l'opportunità di ridurre il rischio, in alcune donne, di malattie cardiovascolari, diabete di tipo 2, osteoporosi, obesità. Inoltre, potrebbe portare a diagnosi errate di Long Covid in donne con sintomi della perimenopausa e della menopausa». «L'identificazione dei pazienti a più alto rischio di Long Covid è di grande importanza - prosegue il commento - i medici che lavorano nei centri Long Covid dovrebbero ricevere una formazione sulla cura della menopausa in modo che le donne possano ricevere una diagnosi e sia loro offerta una gestione appropriata. Lo screening e la diagnosi della perimenopausa e della menopausa sono veloci e dovrebbero essere eseguiti di routine sulle donne nei centri Long Covid».

«La mancata esplorazione del rischio e degli esiti specifici legati al genere nel Covid - aggiungono - non è etica ed è associata a diversi rischi. In primo luogo, minaccia le opportunità di identificare meccanismi e obiettivi di trattamento. In secondo luogo, minaccia la salute globale delle donne nel presente e in futuro, a causa del rischio di diagnosticare erroneamente il Long Covid invece della menopausa e di non attuare strategie di trattamento adeguate». «Guardando al futuro-concludono gli esperti - c'è urgente bisogno di una ricerca solida per aiutare a comprendere le basi epidemiologiche, nonché i meccanismi biologici sottostanti alle differenze di genere nel Long Covid».


Ultimo aggiornamento: Giovedì 4 Novembre 2021, 17:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA