Torino, bambino nasce con malattia incurabile: i genitori lo abbandonano. Gara di solidarietà per adottare Giovannino

Torino, bambino nasce con malattia incurabile: i genitori lo abbandonano. Gara di solidarietà per adottare Giovannino

Ha tre mesi Giovannino, ma da quando è nato lo scorso agosto, all'ospedale Sant'Anna di Torino, non è mai andato a casa né è stato stretto tra le braccia di mamma e papà. I genitori, che lo hanno concepito con la fecondazione eterologa, lo hanno abbandonato appena nato a causa di una malattia rarissima: l'ittiosi di Arlecchino. A causa della patologia, il bimbo ha gravi difficoltà respiratorie ed è costretto a stare lontano dalla luce solare. 
La sua casa al momento è l'ospedale torinese, ma tra due mesi sarà obbligato a lasciarla. 

Gara di solidarietà da tutta Italia. È scattata una gara di solidarietà per trovare una famiglia a Giovannino. La Casa dell'Affido del Comune, insieme al Tribunale dei minori, valuterà le richieste di affido e adozione che, in queste ore, stanno arrivando da ogni parte d'Italia.

Il medico: gli troviamo una famiglia. «Per principio non giudico la scelta dei genitori di Giovannino. Gli hanno dato la vita, ora la famiglia gliela troviamo noi». Così dottor Daniele Farina, direttore del reparto di terapia intensiva neonatale dell'ospedale Sant'Anna di Torino, sulla vicenda del bimbo di quattro mesi affetto da una rarissima e al momento incurabile patologia della pelle, abbandonato dai genitori subito dopo la nascita. «Prendere la decisione di lasciarlo in ospedale è devastante - aggiunge il medico - Probabilmente hanno avuto paura di non riuscire a gestirlo, paura di non poter far fronte alle spese economiche». La malattia, Ittiosi Arlecchino, non è stata diagnostica durante la gestazione e pone il bimbo all'elevato rischio di infezioni. «È un bambino normale, solo molto sfortunato», spiega il dottor Farina. Al Sant'Anna di Torino vengono abbandonati ogni anno 2 o 3 bambini.
Mercoledì 6 Novembre 2019, 09:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA