Influenza, diabetici a rischio: potrebbe essere pericolosa

Influenza, diabetici a rischio: potrebbe essere pericolosa

  • 588
    share
L'inverno sta per entrare nel vivo e come ogni anno il rischio di prendere l'influenza solleva gli interrogativi sui vaccini. Tra le categorie a rischio ci sono i diabetici.  Il ministero della Salute raccomanda, e offre gratuitamente, il vaccino, agli over 65, ma c'è ancora poca informazione sulla necessità di vaccinare altri gruppi di persone per le quali l’influenza rappresenta un vero e proprio pericolo, rappresentato da complicanze fino al rischio di morte. Fra questi i pazienti con diabete di tipo 1 o 2, nei quali l’influenza, come risulta da studi ad hoc, triplica il rischio di ricovero, quadruplica quello di finire in terapia intensiva in individui affetti da diabete tipo 1 o tipo 2, e raddoppia il rischio di morte.

Proprio alla luce della 'relazione pericolosa' tra diabete e influenza, per la prima volta, nelle nuove Linee guida degli standard di cura del diabete mellito, redatte dalle società scientifiche italiane Sid e Amd, sono state incluse a pieno titolo le vaccinazioni. «Quest’anno siamo particolarmente impegnati nel facilitare l’adesione delle persone che hanno diritto all’offerta attiva e gratuita della vaccinazione antinfluenzale. Tra le categorie a rischio - spiega l’Adnkronos Salute Giancarlo Icardi, professore ordinario di Igiene all’Università di Genova, a margine del 51esimo Congresso nazionale della Società italiana di Igiene (SItI), in corso a Riva del Garda - c'è un particolare gruppo di pazienti, i diabetici, che purtroppo non ha la percezione di tale rischio. A tal proposito e’ stato predisposto un documento di consenso tra le societa’ scientifiche che si occupano di diabete, Amd e Sid, che in collaborazione con Siti, Fimmg e Simg, in cui viene enfatizzato il ruolo dell’influenza nel provocare morbosità e mortalità nel diabetico, a qualunque età».

In Italia sono circa 3 milioni e mezzo le persone con diabete, il 6-8% delle quali bambini. «Purtroppo - denuncia Mannino - sono troppo poche quelle che si vaccinano contro l’influenza, all’incirca 3 su 10. Una mancata adesione che viene alimentata sia dalla scarsa informazione, (molti ignorano anche che il vaccino è gratuito per i diabetici) sia, recentemente dalle polemiche fatte più o meno a sproposito sulle vaccinazioni. Di questo 'messaggio di prevenzione' - conclude Mannino - dovrebbero farsi carico tutti coloro che vengono a contatto con i pazienti diabetici: dal medico di famiglia all’infettivologo, al Centro vaccinale, dall’ambulatorio infermieristico al cardiologo che collabora con il sistema di assistenza diabetologica. Un ruolo molto importante - sottolinea - è poi quello delle associazioni di pazienti che vengono a contatto con un numero altissimo di malati, e possono veicolare il messaggio non dall'alto, come per il medico, ma da persone che condividono lo stesso problema».
 
Giovedì 18 Ottobre 2018 - Ultimo aggiornamento: 19-10-2018 09:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME