Covid, Crisanti a Mezz'ora in più: «Il virus è ancora tra di noi e il pericolo non è finito»
di Simone Pierini

Covid, Crisanti a Mezz'ora in più: «Il virus è ancora tra di noi e il pericolo non è finito»

«Serve consapevolezza, il virus è ancora tra di noi e il pericolo non è finito. Noi dobbiamo interrogarci se siamo preparati a spegnere sistematicamente i focolai che via via si manifesteranno e che con l'autunno e l'inverno sicuramente avranno dimensioni e frequenza maggiori». Lo ha detto Andrea Crisanti, direttore della Microbiologia e Virologia dell'Università di Padova, intervenendo a Mezz'ora in più su Raitre in un confronto con il primario del San Raffaele di Milano, Alberto Zangrillo

Leggi anche > Covid, Zangrillo a Mezz'ora in più: «Per me i focolai non hanno alcun significato, i contagiati non sono malati»

«Noi dobbiamo insistere e incalzare il governo e le autorità regionali a essere preparati, più saremo preparati più saremo pronti a convivere per un paio d'anni con la dinamica di questo virus, fino a che un vaccino speriamo arrivi. Dobbiamo attrezzarci con consapevolezza. Quello che è accaduto all'inizio dell'epidemia è in qualche modo perdonabile perché ci ha colto di sorpresa ma riprodurre la stessa situazione a ottobre-novembre sarebbe imperdonabile. E l'Italia non credo possa permetterselo», conclude. 
Ultimo aggiornamento: Domenica 28 Giugno 2020, 16:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA