Contraccettivo sottocutaneo finisce nelle arterie polmonari, aumentano i casi e scatta l'allarme
di Alessia Strinati

Contraccettivo sottocutaneo finisce nelle arterie polmonari, aumentano i casi e scatta l'allarme

Si fanno impiantare contraccettivi sottocutanei e sviluppano gravi problemi polmonari. Alcune donne che hanno usato questo tipo di contraccettivi sono state ricoverate in gravissime condizioni dopo che il dispositivo è finito nel flusso sanguigno fino ad arrivare nelle arterie polmonari.

Leggi anche > Violentarono una 14enne, pena ridotta a branco di cinque uomini. «Era incosciente, non fu stupro»

L'associazione francese AVEP, una organizzazione di vittime dell'embolia polmonare e dell'ictus correlati alla contraccezione ormonale, ha lanciato un'allarme a chi ne fa uso. Pare che neglu ultimi 10 anni siano tantissmi, e in crescita, i casi di donne che  hanno registrato simili disturbi, alcuni anche molto meno gravi, ma comunque rilevanti.

Questo tipo di contraccettivo viene impiantato solitamente sotto la pelle del braccio. Ogni anno circa 200mila donne usano questo tipo di anticoncezionale e ad oggi, sono stati segnalati 30 casi di migrazione di questi impianti nell'arteria polmonare, ha confermato l'associazione. I medici rassicurano che si tratta di una casistica nella norma e che sempre più dottori vengono formati per installare in modo sicuro e adeguato questo tipo di dispositivi. 
Venerdì 1 Novembre 2019, 15:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA