La blefaroplastica migliora lo sguardo. Il chirurgo: «Basta borse e occhi stanchi»

La blefaroplastica migliora lo sguardo. Il chirurgo: «Basta borse e occhi stanchi»

Il nome può suscitare timore, ma la blefaroplastica è un intervento chirurgico provvidenziale per eliminare le palpebre gonfie o cadenti e migliorare lo sguardo. «È uno degli interventi di chirurgia estetica più praticati al mondo e il terzo più effettuato in Italia, dopo l'aumento del seno e la liposuzione. Operazione che di fatto permette di migliorare lo sguardo, con una metodica che ha tempi di ripresa estremamente rapidi e risultati molto naturali», spiega il dottor Francesco Madonna Terracina, chirurgo plastico responsabile dei Centri Spheramed a Roma e nel Lazio.
Come avviene l'operazione?
«Si può intervenire sulla palpebra superiore eliminando la cute in eccesso. Questo difetto peggiora con gli anni e conferisce allo sguardo un aspetto stanco e spesso triste; nella palpebra inferiore si pratica una tecnica correttiva per eliminare le borse e quindi il gonfiore nella zona orbitale. Si tratta di piccoli accumuli di grasso che spesso sono genetici ma tendono a peggiorare per stile di vita e alimentazione poco regolati. La rimozione delle borse o della pelle avviene dopo una leggera anestesia, in tempi solitamente rapidi e con cicatrici pressoché invisibili anche perché talvolta si può intervenire dall'interno della palpebra».
Quanto dura l'intervento e quali sono i tempi di recupero?
«Dai 45 minuti a un massimo di un'ora; con convalescenza rapidissima».
Chi si sottopone a questo tipo di intervento?
«Nella fascia di età 40-50 anni sono soprattutto le donne; nella fascia di età over 60, uomini e donne si equivalgono».
I costi?
«Circa 1500-2500 euro, ma la spesa può aumentare se, per esempio, è necessario intervenire sia sulla palpebra superiore che inferiore».
Giovedì 24 Ottobre 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA