Vladimir Zelenko, morto a 48 anni uno dei più celebri medici No vax: prescriveva cure con idrossiclorochina e ivermectina per curare il Covid

La moglie, Rinat Zelenko, ha spiegato che è morto di cancro ai polmoni in un ospedale dove stava ricevendo cure da diverse settimane

Morto Vladimir Zelenko, uno dei più celebri medici No vax: prescriveva cure con idrossiclorochina e ivermectina

Si definiva un «semplice medico di campagna» ma Vladimir Zelenko era diventato celebre negli Stati Uniti (e non solo) quando aveva cominciato a diffondere il suo controverso trattamento contro il coronavirus. Il medico No vax, uno dei più conosciuti per le sue cure anti-Covid a base di un cocktail di tre farmaci con idrossiclorochina, l'antibiotico azitromicina e solfato di zinco, è morto giovedì a Dallas a 48 anni. Aveva attirato l'attenzione anche di Donald Trump, con la Casa Bianca che poi aveva anche sostenuto le sue cure. La moglie, Rinat Zelenko, ha spiegato che è morto di cancro ai polmoni in un ospedale dove stava ricevendo cure da diverse settimane. 

Fino all'inizio del 2020 Zelenko, noto anche con il suo nome ebraico, Zev, trascorreva le sue giornate a prendersi cura dei pazienti dentro e intorno a Kiryas Joel, un villaggio di circa 35.000 ebrei chassidici a circa un'ora a nord-ovest di New York City. Da quando è cominciato il Covid ha diffuso la sua cura "alternativa" con l'idrossiclorochina. Ma ha iniziato ad attirare l'attenzione nazionale il 21 marzo - due giorni dopo che il presidente Donald J. Trump ha menzionato per la prima volta il farmaco in una conferenza stampa - quando il dottor Zelenko ha pubblicato un video su YouTube e Facebook in cui affermava una percentuale di successo del 100% con il trattamento. Il giorno dopo Mark Meadows, il capo dello staff di Trump, ha contattato il dottor Zelenko per ulteriori informazioni. Nella settimana successiva il dottor Zelenko ha fatto il giro dei media conservatori, diventando una sorta di star. E l'appoggio è arrivato da diverse frange No vax che in queste ore lo hanno salutato sui social. 

 


Ultimo aggiornamento: Sabato 2 Luglio 2022, 11:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA