Infermiere positivo tra la prima e la seconda dose del vaccino: «Hanno aspettato un mese»

Vaccino, infermiere positivo tra la prima e la seconda dose: «Hanno aspettato un mese, così ho preso il virus»

Un infermiere del pronto soccorso è risultato positivo al Covid per un ritardo del vaccinoDavid Longden, 43 anni, ha ricevuto la prima dose della Pfizer perché lavorava in prima linea presso l'ospedale Princess of Wales di Bridgend, nel Galles meridionale. La sua seconda iniezione doveva avvenire il 5 gennaio, ma è stata bloccata quando la linea guida è cambiata per cercare di vaccinare quante più persone possibile con la prima somministrazione. Almeno questa è la versione raccontata dal protagonista stesso.

Ora l'uomo è in isolamento. Longden è stato uno dei primi a ricevere la prima dose il giorno in cui è stato lanciato il siero per la prima volta in Galles, l'8 dicembre. Ma è risultato positivo l'8 gennaio: «Il governo ha bisogno di proteggere il personale in prima linea del NHS - ha raccontato l'infermiere - non farlo è solo miope. Ora sono stato messo fuori combattimento per diversi giorni mentre il pronto soccorso è pieno di pazienti. Bridgend è una delle aree del Galles con i più alti tassi di coronavirus. Corro anche il rischio di esporre la mia partner al virus». I suoi primi sintomi furono un raffreddore alla testa, ma il giorno dopo è risultato positivo al coronavirus. «Ho avuto mal di testa e poi un terribile raffreddore: poi mi sono sentito veramente male, come stordito».

 

Infine l'infermiere ha avuto «molti dei tipici sintomi di Covid come la perdita del gusto e dell'olfatto». L'ospedale dove lavora David un numero record di assenze di personale in questi giorni, proprio a causa di casi positivi, costretti all'autoisolamento.

Vaccino Astrazeneca, gli esperti: «Insufficiente per l'immunità di gregge»

Vaccino antinfluenzale, beffa a Roma: nelle Asl avanzano dosi ma «nessuno le chiede»

Vaccino Moderna, prime 47mila dosi in Italia: priorità alle regioni con più over 80

Vaccini, in Alto Adige troppi obiettori tra il personale sanitario: anticipati gli over 80. Burioni: «Il governo decida su obbligarietà»


Ultimo aggiornamento: Giovedì 14 Gennaio 2021, 08:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA