Bimbo di 3 mesi contagiato dai genitori No vax a Cagliari: positivi anche gli altri componenti della famiglia

In Ogliastra si registra in queste settimane una risalita di casi positivi

Video

No vax in Sardegna. Un bambino di tre mesi positivo al Covid, proveniente da un paesino dell'Ogliastra, è stato trasferito in ambulanza ieri mattina all'ospedale Binaghi di Cagliari. Figlio di genitori non vaccinati - quasi tutti i componenti della famiglia si sono contagiati - dopo qualche ora di ricovero il piccolo è stato dimesso ed è già tornato a casa, accompagnato da un'ambulanza dell'ospedale di Lanusei. La notizia del ricovero (Rpt, ricovero), anticipata dal quaotidiano La Nuova Sardegna, è stata confermata (all'agenzia Ansa) dall'ufficio stampa della Assl di Cagliari.

Bimbo contagiato, condizioni buone

 

Erano stati i medici dell'Usca ogliastrina a decidere il trasferimento del bimbo al Binaghi, dove sono presenti due posti letto di terapia intensiva pediatrica. Fortunatamente, a seguito di una visita specialistica, le condizioni del piccolo sono apparse buone, qualche ora dopo il ricovero è stato quindi dimesso. In Ogliastra si registra in queste settimane una risalita di casi positivi: almeno 50 le persone contagiate.

Zona gialla, restrizioni solo per i non vaccinati. Toti: «Come Regioni lo chiederemo al governo»

Il lockdown per i non vaccinati prende piede in tutta Europa: giro di vite per i No-vax

«Rischiare la vita non fa cambiare idea ai No vax sulla vaccinazione anti Covid. Tra i ricoverati solo una piccola quota di quanti se la cavano e vengono dimessi cambia idea sul vaccino. Un numero che non serve nemmeno a fare da cassa di risonanza per quella parte di popolazione non ancora vaccinata, a sostegno dell'importanza della vaccinazione». Lo dice all'Adnkronos Salute Alessandro Vergallo, presidente nazionale dell'Associazione anestesisti rianimatori ospedalieri italiani (Aaroi-Emac).

«Ho la depressione, non vaccinatemi». Dottoressa di Ancona le nega l'esenzione e il medico della paziente la copre di insulti

«Non rileviamo molti pentimenti - continua Vergallo - raccogliamo solo qualche scarsa testimonianza in questo senso, minima rispetto alla platea di non vaccinati. È un fenomeno che avevamo previsto, come abbiamo più volte dichiarato. Più si va avanti con la campagna vaccinale più lo zoccolo duro diventa inscalfibile - si rammarica il presidente Aaroi con una posizione ideologica inflessibile».

 

Ultimo aggiornamento: Martedì 16 Novembre 2021, 14:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA