Cotton fioc si incastra nell'orecchio, non si accorge dell'infezione e rischia di morire

di Enrico Chillè
Un cotton fioc era rimasto incastrato nell'orecchio sinistro, causandogli una infezione grave e pericolosa, che però era stata sottovalutata. È vivo per miracolo un 31enne, ricoverato d'urgenza in ospedale dopo aver accusato vari sintomi, tra cui vomito e convulsioni, e che aveva avuto anche un collasso.
 

Il fatto è accaduto nel Regno Unito: il caso medico è infatti stato affrontato dal portale scientifico BMJ Case Reports. Il 31enne, dopo aver spinto il cotton fioc troppo all'interno dell'orecchio, aveva infatti sviluppato una otite esterna necrotizzante, che di solito colpisce le persone anziane con problemi di diabete o immunocompromesse. A causare questa grave infezione, di solito, è un batterio potenzialmente letale, lo Pseudomonas aeruginosa.

Nel caso del 31enne ricoverato d'urgenza e salvato per miracolo dai medici, come riporta IFLScience, a causare l'infezione è stata una porzione di cotton fioc rimasta incastrata nell'orecchio per diversi anni, causando anche gravi difetti all'udito e problemi di memoria per tutto questo lasso di tempo. L'uomo aveva sottovalutato questi sintomi, fino a quando la sua condizione non è peggiorata, causandogli anche veri e propri malori. La parte di cotton fioc rimasta all'interno dell'orecchio, infatti, aveva praticamente raggiunto il cranio, provocando anche degli ascessi al cervello. Oggi l'uomo si trova ricoverato in ospedale da circa due mesi, ma le sue condizioni per fortuna sono in netto miglioramento e se i prossimi accertamenti medici saranno soddisfacenti, potrebbe presto far ritorno a casa.

Anche se molti di noi utilizzano i cotton fioc per pulire le orecchie, gli stessi produttori sono soliti sconsigliare il loro utilizzo nel condotto auditivo esterno. Da tempo, infatti, l'utilizzo sbagliato di questi prodotti rappresenta la principale causa al mondo di perforazione del timpano.
Ultimo aggiornamento: 17:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA