Long Covid nei bambini? «I sintomi vanno via in pochi giorni»
di Lorena Loiacono

Long Covid nei bambini? «I sintomi vanno via in pochi giorni»

Mal di testa e stanchezza, per i bambini colpiti dal Covid, che spariscono poi in una settimana o anche meno. Ma mai trascurare alcun segnale: va subito allertato il medico curante. I medici del King's College di Londra assicurano infatti che per i piccoli pazienti è molto basso il rischio di sintomi da Covid di lunga durata: si riprendono facilmente e in pochi giorni. Lo studio peer-reviewed, effettuato attraverso i dati forniti dalle famiglie tramite l'app UK Zoe Covid Study, è stato pubblicato sulla rivista Lancet Child and Adolescent Health: emerge chiaramente che i bambini, anche quando si infettano, spesso non sviluppano i sintomi Covid e tendono ad avere una malattia lieve.

Covid nei bambini, la nuova ricerca

 

Lo studio ha esaminato 1.734 bambini, di età compresa tra i 5 e i 17 anni, che hanno sviluppato sintomi e sono risultati positivi al Covid tra settembre 2020 e febbraio 2021. Meno di uno su 20 ha manifestato sintomi per quattro settimane o più, uno su 50 ha avuto sintomi per più di otto settimane. In media, i bambini più grandi erano in genere malati per un tempo leggermente più lungo rispetto ai bambini più piccoli: i ragazzi di età compresa tra 12 e 17 anni impiegano una settimana per riprendersi, mentre per i bambini più piccoli la malattia è durata in media solo cinque giorni. 

Vaccino, con due dosi «dimezzati gli effetti del long Covid»: lo studio inglese

I sintomi più comuni tra i bambini che si sono ammalati di Covid sono stati mal di testa e stanchezza. Altri sintomi comuni includevano mal di gola e perdita dell'olfatto. Non ci sono state segnalazioni di sintomi neurologici, come ad esempio convulsioni o convulsioni.

I BAMBINI GUARISCONO PRIMA, NON SOLO DAL COVID Lo studio ha esaminato anche un numero uguale di bambini con sintomi influenzali ma negativi al Covid. E’ emerso che solo 15 su 1.734 hanno manifestato sintomi per almeno 28 giorni, vale a dire meno di uno su 100. «I bambini possono avere una malattia prolungata dopo il Covid-19? Sì, possono, ma non è comune - ha spiegato Emma Duncan, professoressa di endocrinologia clinica al King's College di Londra - anche con altre malattie i bambini possono avere sintomi prolungati. Dobbiamo prenderci cura di tutti i bambini che hanno malattie protratte, indipendentemente dal fatto che si tratti di Covid-19 o altro».

Covid, «nebbia nel cervello» tra gli effetti a lungo termine: ricerca del centro Alzheimer

ANCHE SE LIEVI, MAI SOTTOVALUTARE I SINTOMI DI UN BAMBINO La ricerca pone inoltre l’attenzione sull’importanza di ascoltare un bambino che lamenta dei disturbi, chiedendo al proprio medico curante. Con o senza Covid, ovviamente: «Se sei preoccupato per tuo figlio - avverte il dottor Michael Absoud, consulente in neurodisabilità pediatrica presso l'Evelina London Children's Hospital - la prima cosa che devi fare è andare dal tuo medico di famiglia e descrivere i tuoi sintomi. Possono fornire informazioni o indirizzarti a un pediatra. È importante ricordare che potrebbe esserci qualcos’altro».

 

 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 5 Agosto 2021, 09:26
© RIPRODUZIONE RISERVATA