Coronavirus, Burioni: «Dopo i no-vax è il momento dei no-mask. Con la salute non si scherza»

«Ho combattuto per anni contro i no-vax, adesso è arrivato il momento dei no-mask. Ricordate che per il coronavirus vale lo stesso discorso che valeva per i vaccini: con la salute non si scherza». Così il virologo Roberto Burioni su Facebook, a proposito delle tesi secondo cui la mascherina «fa male» e non va indossata. Burioni posta la foto di un messaggio ricevuto da un'insegnante di fitness, che scrive, fra l'altro, «prima si vaccini lei e i suoi familiari e i suoi compari della casta politica» e conclude «un'ultima cosa, se la metta lei la mascherina».


Virus e aria condizionata, come ridurre i rischi in ufficio, a casa e nei negozi. «Occhio alla potenza»

Coronavirus, Burioni: «Il Covid non è cambiato»

Burioni: «Serve cautela, mio amico in respirazione assistita dopo un pranzo di gruppo»

«Il virus è in ritirata, ma non è ancora vinto. Dobbiamo ricordarci che le cose vanno meglio perché abbiamo preso precauzioni e abbiamo fatto un sacrificio senza precedenti. Ora dobbiamo giustamente ricominciare a vivere, a uscire, ma è cruciale non abbassare la guardia in questo primo, incerto, periodo. Non prendete rischi inutili e soprattutto non credete a notizie false e incontrollate. Ne va della salute di tutti». È l'appello del virologo che invita a
«non mollare» e soprattutto a non abboccare a pericolose fake news. La presa di posizione arriva dopo che, scrive Burioni, «ho appena ricevuto la telefonata di un amico imprenditore. Due suoi dipendenti hanno rifiutato di farsi misurare la temperatura e si sono rifiutati di mettere la mascherina, perché «è inutile e fa venire il cancro». Di poco prima era la notizia di una cassiera di supermercato maltrattata per avere invitato una cliente a usare la mascherina».



 

Ultimo aggiornamento: Venerdì 22 Maggio 2020, 16:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA