In amore a ciascuno il suo "tipo": ognuno di noi sceglie partner simili tra loro

In amore a ciascuno il suo "tipo": ognuno di noi sceglie partner simili tra loro

Scoperte le leggi dell'amore, ovvero evidenziata l'esistenza di ''regole'' nella formazione delle coppie: ad esempio tendiamo a scegliere partner che hanno tra loro personalità simili e che per certi aspetti siano anche simili a noi. Lo rivela uno studio sulla rivista Pnas, condotto da Yoobin Park della University of Toronto secondo cui vi è un elevato grado di coerenza nelle persone che scegliamo.

«Cercasi scambisti», i misteriosi cartelli apparsi a Roma fanno impazzire il web

I ricercatori canadesi hanno coinvolto i partecipanti allo studio "German Family Panel", partito nel 2008; fino al 2017 hanno raccolto informazioni sui partner dei partecipanti che avevano acconsentito a compilare questionari ad hoc sulla propria personalità. Nel 2017 332 individui avevano avuto almeno 2 relazioni diverse così i ricercatori hanno confrontato l'esito dei questionari compilati dall'ex partner e dal partner attuale. Ebbene è emerso che i partner di un certo individuo tendono a somigliarsi parecchio tra loro come personalità. 


«I nostri risultati - riferisce Park - mostrano che c'è una certa coerenza nelle personalità dei partner di un individuo, suggerendo che le persone in una certa misura hanno un proprio tipo per quanto riguarda la personalità da cui sono attratti. I nostri dati mostrano anche che tendiamo a scegliere persone anche simili a noi». «Crediamo che i nostri risultati possano avere importanti implicazioni per comprendere se una relazione destinata a durare - conclude. Alcune persone possono interpretarli negativamente, ovvero si può pensare a un errore che si ripete quando la scelta ricade sempre su partner sbagliati; ma se incontri una persona simile a un tuo ex, questo potrebbe avere anche dei lati positivi. Ad esempio puoi sfruttare informazioni che hai imparato nella tua precedente relazione per interfacciarti col tuo nuovo partner».
Martedì 11 Giugno 2019, 15:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA