Alzheimer, vaccino nasale che può prevenire la malattia

Nella sperimentazione ci sono 16 partecipanti di età compresa tra 60 e 85 anni

Video

Negli Stati Uniti, al Brigham and Women's Hospital di Boston, è sato testato un vaccino nasale per il morbo di Alzheimer. Il vaccino sarebbe in grado di prevenire e rallentare la progressione della malattia. 


Il vaccino funziona stimolando il sistema immunitario e attivando i globuli bianchi nei linfonodi. Le cellule stimolate viaggiano poi nel flusso sanguigno e dovrebbero aiutare ad eliminare le placche di proteina beta-amiloide nel cervello, quelle che sviluppano proprio i malati di Alzheimer, comprimono i neuroni e alla fine li distruggono. Il vaccino è il frutto di una ricerca di 20 anni. 

 

Il vaccino si basa su un adiuvante proteico derivato dai batteri e che è già stato «usato in modo sicuro negli esseri umani come adiuvante per altri vaccini», ha detto il team di scienziati. Nella sperimentazione, 16 partecipanti di età compresa tra 60 e 85 anni con malattia di Alzheimer sintomatica precoce riceveranno due dosi del vaccino nasale a una settimana di distanza. L'obiettivo primario di questo studio di fase I sarà quello di determinare la sicurezza e la tollerabilità del vaccino. 

 


Ultimo aggiornamento: Sabato 27 Novembre 2021, 15:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA