Variante Delta, quali sono i sintomi del contagio dopo il vaccino? I nuovi quattro segnali da controllare

Video

Aumentano le persone contagiate con il Covid dopo il vaccino. Anche perché in Italia sono state superate 55 milioni di dosi somministrate. E quindi il fenomeno è destinato a crescere, soprattutto con la diffusione della variante Delta, che si propaga con molta rapidità in tutto il mondo: e presto diventerà dominante. Lo è già negli Stati Uniti, dove i CDC, i centri per la prevenzione e il controllo delle malattie, hanno rilevato che la nuova mutazione del Covid rappresenta il 51.7% dei nuovi casi. E anche nella Gran Bretagna i contagi continuano a crescere. Si teme dunque una nuova ondata in tutto il mondo. I vaccini, però, dovrebbero frenare il rischio di morte e ospedalizzazione. Tuttavia, l'ultimo studio condotto dai ricercatori in Israele sull'efficacia di Pfizer ha mostrato come la protezione del farmaco anti Covid è minore rispetto alla variante Delta in confronto al Covid. Ci sono allora alcuni sintomi da controllare per scoprire se si è stati contagiati dopo il vaccino.

Cosa deve fare chi si contagia dopo il vaccino? Tutte le regole nel Lazio

Variante Delta, i sintomi dopo il vaccino

I dati provengono dall'app ZOE Covid Symptom Study, che raccoglie tutte le informazioni segnalate dagli utenti del Regno Unito riguardo al Covid. Il funzionamento è semplice: chi ha il coronavirus può inserirlo nell'applicazione e aggiungere i sintomi. Una sorta di Immuni, l'app del Ministero della Salute dove si può indicare se si è stati a stretto contatto con un utente risultato positivo al virus. Ma che ha numeri maggiori: al momento, su ZOE, sono registrate 4.675.710 persone. E con le informazioni raccolte gli esperti hanno scoperto che tutti quelli che hanno contratto il virus nonostante fossero completamente vaccinati hanno riportato sintomi diversi da quelli comuni. In particolare:

  • Mal di testa
  • Naso che cola
  • Starnuti
  • Gola infiammata

Gli stranuti sono più frequenti

Quattro sono quindi i nuovi indicatori della presenza del Covid, anche sotto forma di variante Delta, nel nostro organismo dopo essere stati vaccinati. Dallo studio «sono stati segnalati meno sintomi e in un periodo di tempo più breve da coloro che avevano già avuto una dose», si legge nella ricerca. E questo suggerisce che chi si è contagiato dopo il vaccino «si ammala meno gravemente e migliora più rapidamente». C'è però un sintomo curioso e più frequente: è lo starnuto. «Abbiamo notato che le persone che erano state vaccinate e poi sono risultate positive al COVID-19 avevano maggiori probabilità di segnalare starnuti come sintomo, rispetto a quelle che non erano state infettate». È dunque consigliabile a chi starnutisce di frequente, o anche per chi presenta uno dei sintomi sopra indicati, di effettuare un tampone e verificare se si è positivi o meno.

 

 

 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 7 Luglio 2021, 17:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA