Vaccino anti-Covid, dal G20 impegno a equa distribuzione: cure e test anche ai paesi più poveri

Vaccino anti-Covid, dal G20 impegno a equa distribuzione: cure e test anche ai paesi più poveri

Vaccino anti-Covid, dal G20 l'impegno ad un'equa distribuzione delle cure e dei test che comprenda anche i paesi più poveri. Il G20, dunque, si impegna a finanziare un'equa distribuzione dei vaccini, delle cure e dei test per il Covid-19 in modo che i paesi più poveri non siano tagliati fuori. È quanto emerge da una bozza del comunicato finale del G20 riportata dalla Reuters sul suo sito. «Riconosciamo il ruolo di una immunizzazione ampia come un bene pubblico globale», si legge nella bozza.

 

Covid, l'epidemiologo Greco: «Bollettino quotidiano inutile, i contagi si valutano a settimana»

Covid Italia, bollettino oggi: nuovi contagi (34.767) e morti (692) in calo. Frena l'aumento delle terapie intensive

 

 

 

Covid, bollettino oggi 21 novembre: nuovi contagi (34.767) e morti (692) in calo. Frenano le terapie intensive

Covid, il bollettino di oggi 21 novembre 2020: sono 34.767 i nuovi casi nelle ultime 24 ore e 692 morti. I tamponi sono 237.225, frena l'aumento delle terapie intensive. E' quanto rivela il bollettino del 21 novembre diffuso dal ministero della Salute.


 

 

 

 


Ultimo aggiornamento: Sabato 21 Novembre 2020, 22:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA