Marburg, Perno (Bambino Gesù): «Virus altamente letale, anche Omicron 5 è venuto dall'Africa»

Video

Le autorità del Ghana hanno confermato due casi sospetti positivi al virus di Marburg, simile al virus Ebola. Si tratterebbe dei primi nel Paese e i secondi nell'Africa Occidentale. «Ciò che accade in un altro continente non può non riguardarci», mette in guardia Carlo Federico Perno, virologo clinico e responsabile della Microbiologia e Diagnostica di Immunologia all’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma. «Omicron 5 ne è la dimostrazione, si sta diffondendo quasi sincronicamente in tutto il mondo a causa degli spostamenti massivi di milioni di persone. Queste cose accadranno sempre di più».

 

Marburg, mortalità e sintomi 

I tassi di mortalità per Marburg, ricorda l'Oms, nei focolai passati è stata tra il 24% e l'88%, a seconda del ceppo del virus e di come sia stata gestita l'emergenza. Non esistono vaccini o terapie antivirali approvati per il trattamento del virus, ma le cure di supporto - la reidratazione con fluidi orali o endovenosi - e il trattamento di sintomi specifici migliorano la sopravvivenza. «Sono in corso di valutazione una serie di possibili trattamenti, tra cui emoderivati, terapie immunitarie e terapie farmacologiche», spiega l'Oms

Valentina Panetta


Ultimo aggiornamento: Lunedì 11 Luglio 2022, 10:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA