Covid, «nei bambini sintomi ridotti dal vaccino contro l'influenza». La svolta in uno studio americano

Covid, «nei bambini sintomi ridotti dal vaccino contro l'influenza». La svolta in uno studio americano

Una ricerca della University of Missouri School of Medicine, pubblicata sulla rivista Cureus, rivela che il vaccino antinfluenzale riduce i sintomi Covid-19 nei bambini. Una svolta significativa dunque, se si considera il ruolo fondamentale svolto dai minori nella trasmissione del virus. Gli studiosi hanno revisionato i dati relativi a 905 bimbi con diagnosi Covid-19 tra febbraio e agosto 2020, scoprendo che coloro che avevano ricevuto il vaccino antinfluenzale nella stagione avevano minori probabilità di manifestare sintomi, problemi respiratori o malattie gravi. Dalla ricerca è emerso che anche i bambini con Covid-19 che erano stati vaccinati contro lo pneumococco avevano minori probabilità di sperimentare una malattia sintomatica.

 

 

«È noto - spiega l'autrice principale della ricerca Anjali Patwardhan - che la crescita di un virus può essere inibita da una precedente infezione virale. Questo fenomeno è chiamato interferenza tra virus e può verificarsi anche quando il primo virus invasore è un virus inattivato, come nel caso del vaccino antinfluenzale». «La ricerca sulla popolazione pediatrica- conclude Patwardhan- è fondamentale perché i bambini svolgono un ruolo significativo nell'influenzare la trasmissione virale. Comprendere la relazione e la coesistenza di altri virus insieme a Covid-19 e conoscere lo stato di vaccinazione del bimbo può aiutare a disegnare le strategie giuste per ottenere i migliori risultati».

 

 

 

 

 

 

 

 

Video

 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 5 Febbraio 2021, 11:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA