Terapie intensive, oggi il 16% dei reparti è occupato da pazienti Covid

Terapie intensive, si stanno svuotando: oggi il 16% è occupato da pazienti Covid

Le terapie intensive si stanno svuotando. Sono scesi sotto la soglia di allerta, in tutte le regioni italiane, i valori di occupazione dei posti letto in ospedale da parte dei malati di Covid-19: è occupato infatti il 16% dei posti letto di terapia intensiva e il 15% di quello dei reparti di area non critica (malattie infettive, medicina generale e pneumologia). Lo indicano i dati riferiti al 23 maggio, pubblicati dall'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas) sul suo sito.

Il Lazio riapre dal 14 giugno. Draghi: «Tra due mesi mascherine via»

Zona bianca, Sileri: «A fine giugno scatterà nella maggior parte delle Regioni»

Le regioni con i numeri migliori sono Friuli Venezia Giulia (5% di occupazione in terapia intensiva e 4% nei reparti di area non critica) Provincia autonoma di Bolzano (4% e 3%), Val d'Aosta (non pervenuta terapia intensiva, 7%), e Veneto (7% in entrambi i fronti).


Ultimo aggiornamento: Lunedì 24 Maggio 2021, 12:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA