Infermiera fa il vaccino, ma dopo 24 ore è positiva al virus. In isolamento 70 persone

Covid, infermiera fa il vaccino in Spagna, ma 24 ore dopo si scopre positiva: in isolamento 70 persone

Infermiera positiva al coronavirus un giorno dopo aver ricevuto la sua prima dose di vaccino Pfizer: accade in Spagna, dove la donna che faceva parte del team impegnato da domenica nella somministrazione del vaccino nella casa di riposo Balafia I a Lleida è risultata positiva al Covid e le altre quattro persone che lavoravano con lei sono state messe in isolamento, così come i 66 ospiti della struttura.

Claudia Alivernini minacciata: quanto odio per un’iniezione ma la rifarei mille volte

Bassetti: «Ancora troppi malati, il vaccino non illuda: la terza ondata sarà inevitabile»

La notizia è stata riportata dal quotidiano iberico El Pais: alla donna non era stato comunque fatto il tampone prima di iniziare la somministrazione del vaccino, dunque avrebbe potuto essere già positiva nel momento in cui le è stata somministrata la prima dose. Il vaccino, hanno spiegato gli esperti già nelle scorse settimane, garantisce la protezione a partire da alcuni giorni dopo la somministrazione, e l’immunità completa arriva dopo la seconda dose, che viene iniettata tre settimane dopo la prima.

 

«La cosa non preoccupa. Il vaccino ha effetto 7 giorni dopo la seconda dose, lei aveva fatto solo la prima dose, quindi non era protetta», ha spiegato Silvio Garattini, presidente dell'Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 30 Dicembre 2020, 20:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA