Green pass, i bambini sotto i 6 anni non hanno obbligo di tampone e quarantena per motivi di viaggio

Green pass, i bambini sotto i 6 anni non hanno obbligo di tampone e quarantena per motivi di viaggio

Via libera per i bambini sotto i 6 anni che non hanno l'obbligo di sottoporsi al tampone per il Covid per motivi di viaggio. Lo stabilisce un emendamento al sostegni bis approvato in commissione Bilancio. La norma prevede poi che al disotto dei 6 anni non c'è bisogno del green pass per partecipare a banchetti con meno di 60 partecipanti. Infine, i minori non devono essere sottoposti a quarantena o autoisolamento per motivi di viaggio in Ue se tali restrizioni non sono state imposte ai genitori, perché vaccinati o guariti.

 

Lazio, vaccini ai ragazzi dal 18 luglio: tornano gli Open day

 

Vaccino per i bambini, Pregliasco: «È assolutamente necessario»

«Il vaccino» anti-Covid «anche per i più piccoli è assolutamente necessario. Purtroppo si evidenziano in modo un pò eccessivo i potenziali rischi rispetto ai benefici». Lo sottolinea all'Adnkronos Salute Fabrizio Pregliasco, virologo dell'università Statale di Milano. «Non è vero che la malattia non riguarda i bambini. L'1% ha avuto dei problemi dovuti al virus - avverte il medico - e comunque non sappiamo cosa il long Covid possa determinare. E poi sono diffusori della malattia, quindi è fondamentale che si vaccinino». L'obbligo per tornare a scuola? «Non è possibile - risponde Pregliasco - Si è scelto di non imporre l'obbligo per questo vaccino e del resto anche la scelta di imporlo agli operatori sanitari mi è sembrata una sconfitta. Certamente, però - ammette - dal punto di vista di sanità pubblica è la soluzione migliore».

 

Vaccini a scuola, i presidi: «Obbligo per prof e studenti, basta Dad o sarà disobbedienza civile»

 

 

 

Indonesia, in un mese raddoppio dei casi tra i bambini

Il numero di infezioni e decessi da Covid tra i bambini in Indonesia è aumentato notevolmente nell'ultimo mese. Lo ha riferito il capo della Società pediatrica indonesiana Aman Pulungan, citato dal Guardian, mentre il Paese affronta il suo focolaio più grave dall'inizio della pandemia. L'esperto ha spiegato che il numero di infezioni settimanali registrate tra i minori di 18 anni è raddoppiato in meno di un mese. Tra il 28 giugno e il 4 luglio, sono stati riscontrati 11.872 casi tra i bambini, un aumento rispetto ai 7.329 dei sette giorni precedenti e ai 5.255 della della settimana prima. Gli esperti sanitari danno la colpa della recente ondata alla variante Delta più infettiva, così come a raduni e viaggi nazionali legati alla festività di Eid al-Fitr. «Durante i festeggiamenti, (le persone) hanno trascorso molte vacanze e non hanno seguito i protocolli… Hanno portato i bambini ovunque, i bambini non usano le mascherine», ha detto Pulungan. Il medico ha sottolineato che non è chiaro se la variante Delta abbia maggiori probabilità di causare decessi nei bambini, perché i dati sul sequenziamento del genoma non sono disponibili. Al 5 luglio, è stato confermato che 556 bambini sono morti dopo essere risultati positivi, un aumento rispetto ai 340 decessi alla fine di maggio. Ô probabile che molti altri casi di Covid e decessi correlati non siano stati registrati, ha aggiunto Pulungan. Dall'inizio della pandemia, almeno il 12% dei casi di Covid in Indonesia sono stati tra i bambini, secondo le stime del governo citate dall'esperto.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 7 Luglio 2021, 19:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA