Covid, il virologo Pregliasco: «Casi sottostimati, duro incremento dei decessi». Gli ultimi dati: cosa sta succedendo

La "lettura" dell'esperto: «Presumibilmente siamo in una fase di crescita»

Il virologo Pregliasco: «Casi Covid in Italia sottostimati, duro l'incremento dei decessi»

Covid. L'incidenza dei contagi appare in calo, mentre i morti sono in crescita e vicini a quota 200 negli ultimi 7 giorni  «Il dato che fotografa il numero di casi, lo sappiamo, è volatile e sicuramente sottostimato rispetto al dato reale. Il dato duro è quello dell'incremento dei decessi», evidenzia il virologo Fabrizio Pregliasco, commentando i dati sull'andamento di Covid-19 in Italia.  

Influenze, è boom di casi: ogni settimana 80mila casi (e non ci si può vaccinare). Ecco quali sono i sintomi

Covid, aumentano i morti

L'incremeno dei decessi «è collegato a quello che si è verificato 15 giorni fa circa», è lo specchio della situazione di crescita osservata più o meno 2 settimane fa, spiega Pregliasco all'Adnkronos Salute.

 

Casi e decessi, la situazione

«Questo perché le complicanze e i decessi dei casi complicati non arrivano istantaneamente - ricorda - ma dopo la famosa tempesta citochinica», infiammatoria, «dei 5-6 giorni di infezione, e con le eventuali comorbilità».

Quanto all'andamento dei casi, conclude l'esperto dell'università degli Studi di Milano, «presumibilmente siamo in una fase di crescita, non dico di plateau, ma su una curva parabolica non in salita in termini assoluti, però» ancora nella sua parte alta.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 20 Ottobre 2023, 19:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA