Covid, allarme nuovi positivi nel Lazio: +60,3% negli ultimi 7 giorni. La mappa del contagio a Roma: boom a Torre Angela ed Esquilino

Video
di Giuseppe Gioffreda

Covid Lazio. Un record ogni 24 ore, nuovi focolai che spuntano. Drive-in quotidianamente assediati di auto in coda per i tamponi. Impennata di contagi negli ultimi sette giorni nella regione della Capitale. Nella settimana dal 7 al 13 ottobre l'incremento di nuovi positivi è stato del 60,3%. I casi totali registrati sono stati 2.832. La settimana precedente (30 settembre-6 ottobre) ai tamponi erano risultate positive 1.767 persone. Nella sola città di Roma l'incremento è stato del 35% (da 812 a 1.096 i nuovi casi). Boom anche nelle province (da quella di Roma a Latina, Frosinone, Rieti e Viterbo) con un +55%: i positivi negli ultimi sette giorni sono stati 1.736 contro i 955 della settimana precedente. La mappa del contagio nella Capitale? I municipi più bersagliati sono il VII (Appio) e il V (Prenestino). I quartieri con più casi Torre Angela, Tor Pignattara, Tuscolano, Trieste ed Esquilino.

 

 

I dati settimanali

Nell'ultima settimana nel Lazio i bollettini giornalieri hanno sempre segnato un numero di nuovi contagiati oltre le 300 unità: dai 357 casi del 7 ottobre al record assoluto del 13 ottobre (579 positivi in 24 ore). Una curva di crescita costante che va di pari passo a quella registrata nella Capitale dove l'aumento giornaliero è oscillato dai 131 nuovi positivi del 9 ottobre al +201 del 13. Negli ultimi giorni la Regione ha spiegato che si tratta di casi diffusi soprattutto con link familiari e alcuni cluster. L'aumento più importante nelle province si è registrato nelle Asl a Latina e Viterbo.

La mappa di Roma

Secondo l'ultima rilevazione gli attuali positivi nel Lazio sono 10.637. L'impennata degli ultimi giorni ha fatto schizzare verso l'alto anche il dato relativo ai singoli Municipi. In termini assoluti, quello messo peggio continua ad essere il VI (Appio). Qui i contagi, secondo quando si apprende dal portare Salute Lazio, dall'inizio della pandemia hanno sfondato quota mille (1.002), Subito dietro, preoccupano i 946 contagi registrati nel confinante distretto V (Prenestino-Centocelle) e gli 846 del VI (Tor Bella Monaca). Al contrario, al netto del quadro generale, la situazione migliore si riscontra nell'VIII (Garbatella), dove i contagi non raggiungono quota 400 (364) e nel IV (Tiburtino), in totale 426.

I quartieri

Scendendo ulteriormente nel dettaglio, in Centro il quartiere più funestato in assoluto rimane Trieste con 183 contagi, seguito da Esquilino (170) e Nomentano (150). Discorso identico per la zona del Centro storico in senso stretto, dove, ad oggi, sono state contagiate 152 persone. Allargando la visuale, Torre Angela, 266 casi, è il quartiere più bersagliato dell'intera Capitale e da solo vale oltre un terzo dei positivi del distretto di appartenza. Torpignattara (190), Tuscolano Sud (175) e Gianicolense (168) chiudono il cerchio sulle situazioni di maggiore rischio. Tenendo sempre presente che le cifre variano anche in base al numero degli abitanti, sono quasi covid free Castel Romano (1 caso) e il Verano (4).

Le previsioni

La situazione complessa nella Regione era stata dipinta proprio la scorsa settimana dall'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato, che sull'emergenza Covid aveva riferito in consiglio regionale. «Ci attendono sei-sette mesi molto impegnativi in cui dobbiamo convivere col virus», aveva spiegato l'assessore. «Nei prossimi giorni - aveva detto - ci sarà un deciso aumento delle attività di testing, con 15-16mila test al giorno. Ci aspettiamo in questa fase un ulteriore incremento dei casi, anche importante». Occhi puntati soprattutto sugli asintomatici. Perché, aveva sottolineato D'Amato «questa fase è caratterizzata da una forte tendenza di positivi asintomatici, a differenza della prima».

I tamponi

Nell'ultimo periodo sono cresciuti anche i tamponi effettuati nella Regione. E i numeri del Lazio, riguardo ai test, sono avanti a tutte le altre Regioni. Basti considerare che il Lazio, secondo una rilevazione della Fondazione Gimbe, nel periodo 12 Agosto - 11 Ottobre, risulta essere la prima Regione Italiana per casi testati ogni 100 mila abitanti. La media nazionale è di 5.360 casi testati per 100 mila mentre quella della Regione Lazio è di 8.002 casi.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 15 Ottobre 2020, 07:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA