Covid, aumentano le reinfezioni e salgono i casi «nei bimbi in età scolare»: il report dell'Iss

Per i più piccoli, si parla delle fasce 5-11 anni e 12-19

Covid, aumentano le reinfezioni e salgono i casi «nei bimbi in età scolare»

Pandemia, cosa succede in questi ultimi giorni? Nell'ultima settimana la percentuale di reinfezioni da Covid-19 sul totale dei casi segnalati risulta in aumento rispetto alla settimana precedente: è pari infatti al 17,8% rispetto al 15,8% di sette giorni fa. Lo evidenzia il report esteso dell'Istituto superiore di sanità (Iss), che accompagna il monitoraggio settimanale sull'andamento dell'epidemia in Italia. Dal 24 agosto 2021 al 21 settembre 2022 sono stati segnalati 1.148.356 casi di reinfezione, pari al 6,4% del totale dei casi notificati nello stesso periodo. Anche il tasso di incidenza a 7 giorni, si legge nel report, è in aumento in tutte le fasce d'età. Il tasso di incidenza più elevato si registra nella fascia di età 50-59 anni (267 casi per 100.000) mentre nelle fasce 20-29 si registra il valore più basso pari a 154 casi per 100.000.

Covid, Bassetti: «Stop alla quarantena per i positivi. Portogallo e Australia hanno già tolto l'obbligo»

Mascherine anti Covid: da oggi sono facoltative su treni, bus e metro. Dove restano obbligatorie

È in aumento rispetto alla scorsa settimana la percentuale dei casi di Covid-19 segnalati nella popolazione in età scolare in confronto al resto della popolazione: 14,9% contro l'11,1% di 7 giorni fa. Il 25% dei casi in età scolare è stato diagnosticato nei bambini under-5, il 39% nella fascia 5-11 anni, il 36% nella fascia 12-19 anni. Lo evidenzia il report esteso dell'Istituto superiore di sanità, che accompagna il monitoraggio settimanale sull'epidemia in Italia. Dall'inizio dell'epidemia sono stati riportati 4.577.377 casi nella popolazione 0-19 anni, di cui 23.275 ospedalizzati, 518 ricoverati in intensiva e 72 deceduti.

Nell'ultima settimana, in Italia, «si osserva un ulteriore aumento dell'incidenza, in particolare nella fascia di età 10-19 anni. La trasmissibilità è in aumento e pari alla soglia epidemica nel periodo 7-20 settembre 2022. L'impatto sugli ospedali, è, al momento, limitato anche se c'è una stabilizzazione nei tassi di occupazione dei posti letto in terapia intensiva e un lieve aumento nei tassi di occupazione in area medica».

 

Nel report «si ribadisce la necessità di continuare a rispettare le misure comportamentali individuali e collettive previste/raccomandate, l'uso della mascherina, aerazione dei locali, igiene delle mani e ponendo attenzione alle situazioni di assembramento. L'elevata copertura vaccinale, il completamento dei cicli di vaccinazione ed il mantenimento di una elevata risposta immunitaria attraverso la dose di richiamo, con particolare riguardo alle categorie indicate dalle disposizioni ministeriali, rappresentano strumenti necessari a mitigare l'impatto soprattutto clinico dell'epidemia».


Ultimo aggiornamento: Domenica 2 Ottobre 2022, 12:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA