Bollettino Covid di oggi 18 gennaio, 228.179 casi (ma anche 220.811 guariti) e 434 morti. Mai così tante vittime dal 14 aprile 2021

I dati del Ministero della Salute che risentono però di diversi recuperi di notifiche precedenti (in Puglia oltre 16.000 contagi fanno riferimento a riconteggi di casi diagnosticati con tampone antigenico rapido dal primo gennaio 2022). Anche i decessi sono condizionati da un ricalcolo della Sicilia

Video

Covid, il bollettino di oggi martedì 18 gennaio. Nelle ultime 24 ore, secondo i dati del Ministero della Salute, i nuovi contagi registrati sono 228.179 (con il ricalcolo la Puglia ha comunicato 12.414 nuovi casi, i restanti 16.175 sono riconteggi di casi diagnosticati con tampone antigenico del primo gennaio). Il totale dei nuovi contagi di oggi è 212.004. Ieri erano stati 83.403, ma il dato come ogni lunedì risentiva del ridotto numero dei test: oggi sono stati 1.481.349, tra tamponi molecolari e antigenici, mentre ieri 541.298. Nell'ultima giornata l'aumento riguarda anche le vittime: sono 434, mentre ieri erano state 287. Tuttavia anche per quanto riguarda i decessi ci sono state delle aggiunte, la Siclia infatti ha riconteggiato il numero dei morti riportando solo oggi quelli di alcuni giorni fa.

 

Sono 1.715 i pazienti in terapia intensiva, 2 in meno nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 150. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 19.448, ovvero 160 in più rispetto a ieri.

 

 

 

Il bollettino del ministero riporta inoltre che gli attualmente positivi in Italia sono 2.562.156, con un incremento di 6.878 nelle ultime 24 ore. Dall'inizio della pandemia i casi totali sono 9.018.425 mentre i decessi sono 141.825. I dimessi e i guariti sono invece 6.314.444, con un incremento di 220.811 rispetto a ieri. Il tasso di positività è al 15,4%, come ieri. I pazienti in terapia intensiva sono 1.715 , ossia 2 in meno nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 150. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 19.448, quindi 160 in più rispetto a ieri. Tuttavia saranno i dati dei prossimi giorni a fornire un quadro più preciso della situazione dell'epidemia, osservano gli esperti.

 

 

 

 

Bollettino, i dati delle Regioni

 

Lombardia

Con 319.123 tamponi eseguiti. è di 37.823 il numero di nuovi casi positivi al Covid in Lombardia, con una percentuale in discesa all11,8%. Rimane invariato il numero di ricoveri in terapia intensiva, che sono 267, mentre cresce di 55 pazienti quello negli altri reparti (3.704). Sono invece 64 i decessi che portano il totale a 36.056. Per quanto riguarda le province, 11.322 casi sono stati segnalati a Milano di cui 4.663 in città; 3.287 a Bergamo, 5.699 a Brescia, 1.222 a Cremona, 1.178 a Lecco, 806 a Lodi, 1.999 a Mantova, 3.444 a Monza, 2.204 a Pavia, 587 a Sondrio e 2.874 a Varese.

 

 

Veneto

Il Veneto registra +25.166 contagi Covid in sole 24 ore, il dato più alto dall'inizio della pandemia. Ieri erano stati solo 6.381 i nuovi positivi, ma con la ripresa, dopo ilo giorno festivo, della normale attività di tracciamento il dato è schizzato subito in alto. Pesante anche il numero dei decessi, 44, che porta il totale a 12.797 vittime dall'inizio della crisi sanitaria. Lo riferisce il bollettino della Regione. Il dato degli infetti da inizio pandemia sale a 913.054. Crescono i numeri ospedalieri. I posti letto occupati da malati Covid in area medica sono 1.797 (+31), quelli nelle terapie intensive 208 (+3). Unico dato in controtendenza nel bollettino odierno è il calo dei soggetti attualmente positivi. Le persone in isolamento sono 255.914, 360 in meno di ieri.

 

 

 

Campania

Sono 21.670 i nuovi casi di Covid registrati ieri in Campania, di cui 15.552 positivi al tampone antigenico e 6.118 al tampone molecolare. I test analizzati sono 130.428, di cui 95.097 antigenici e 35.331 molecolari. Nel bollettino odierno diffuso dall'unità di crisi della Regione Campania sono inseriti 38 nuovi decessi, 25 dei quali avvenuti nelle ultime 48 ore e 13 avvenuti in precedenza, ma registrati ieri. Diminuiscono i ricoveri di pazienti Covid negli ospedali della Campania: ad oggi sono 92 i posti letto di terapia intensiva occupati, dato stabile rispetto a ieri, e 1.290 i posti letto di degenza occupati, 21 in meno rispetto al dato diffuso ieri. 

 

 

Toscana

Non si ferma l'aumento dei decessi in Toscana tra i pazienti Covid: rispetto al report diffuso ieri dalla Regione se ne registrano altri 29 - 9 uomini e 20 donne con un'età media di 84,5 anni, residenti a Firenze (7), Pistoia (4), Lucca (2), Pisa (8), Livorno (3), Grosseto (4) mentre una persona risiedeva fuori Toscana - che portano il totale a 7.892. Superano poi quota 600.000 i contagi da inizio pandemia: con i nuovi 14.799 contagi siamo a 601.840 casi di positività. I nuovi casi hanno un'età media di 35 anni circa: 29% ha meno di 20 anni, 23% tra 20 e 39 anni, 33% tra 40 e 59 anni, 12% tra 60 e 79 anni, 3% ha 80 anni o più. Crescono sempre, ma in modo più contenuto, i ricoveri: sono 1.449, 8 in più rispetto a ieri, di cui 131 in terapia intensiva, 7 in meno. Questi alcuni dati diffusi dalla Regione. I guariti crescono del 3,4% e raggiungono quota 414.133 (68,8% dei casi totali). Gli attualmente positivi sono oggi 179.815, +0,6% rispetto a ieri. Complessivamente, 178.366 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (1.036 in più rispetto a ieri, più 0,6%). Sono 29.931 (2.412 in più rispetto a ieri, più 8,8%) le persone, anch'esse isolate, perchè contatti di contagiati.

 

Puglia

Oggi in Puglia si registrano altri 12.414 casi di contagio da Coronavirus su 74.684 test (incidenza del 16,6%) e 10 morti. Sale a 133.344 il numero di persone positive, di cui 655 sono ricoverate in area non critica (+40 rispetto a ieri) e 64 in terapia intensiva (ieri erano 63). I casi riscontrati nelle ultime 24 ore sono così suddivisi: 3.775 in provincia di Bari, 1.401 nella provincia Barletta-Andria-Trani, 1.212 nel Brindisino, 1.948 nel Foggiano, 2.213 in provincia di Lecce, 1.705 in quella di Taranto. Tra i residenti fuori regione si registrano 82 contagi, mentre per altri 78 la provincia di appartenenza non è definita.

 

 

Emilia Romagna

Dall'inizio dell'epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 834.546 casi di positività, 17.977 in più rispetto a ieri, su un totale di 91.456 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore, di cui 31.614 molecolari e 59.842 test antigenici rapidi. Sono 40 i decessi. Questo il dato comunicato al ministero della Salute, che però comprende 3.147 casi relativi ai giorni scorsi che sono stati recuperati oggi: 1.718 riguardano la provincia di Piacenza e 1.429 quella di Reggio Emilia. Complessivamente, la percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è del 30%; se si considerassero i casi reali odierni, quindi 14.830, la percentuale scende al 18%. I pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell'Emilia-Romagna sono 151 (+2 rispetto a ieri, pari al +1,3%); l'età media è di 62,2 anni. Sul totale, 95 non sono vaccinati (zero dosi di vaccino ricevute, età media 60,5 anni), il 63%; 56 sono vaccinati con ciclo completo (età media 65 anni). Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono 2.441 (-15 rispetto a ieri, -0,6%), età media 70 anni. Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 7 a Piacenza (+1 rispetto a ieri), 22 a Parma (+2); 17 a Reggio Emilia (invariato); 19 a Modena (invariato); 31 a Bologna (+1); 10 a Imola (invariato); 15 a Ferrara (-4); 11 a Ravenna (+4); 2 a Forlì (invariato); 2 a Cesena (invariato); 15 a Rimini (-2).

 

Piemonte

In Piemonte sono 18.905 i nuovi contagi comunicati dall'Unità di crisi della Regione, pari al 16,5% dei 109.837 tamponi eseguiti, di cui 95.933 antigenici, 35 i morti positivi al Covid, di cui 5 oggi. Stabile il numero complessivo dei ricoverati, 149 in terapia intensiva (+4 rispetto a ieri), 2.059 negli altri reparti (-3). I nuovi casi di guarigione sono 16.528.. Dall'inizio della pandemia il totale dei casi positivi accertati diventa 725.595, le vittime 12.348, i casi di guarigione 544.212. Le persone in isolamento domiciliare sono a oggi 166.827

 

Marche

Nuovo record di contagi da coronavirus nelle Marche che nell'ultima giornata schizzano a 7.748 nuovi positivi, mentre il tasso di incidenza sale a 2.319,16 su 100mila abitanti. Si tratta anche dell'effetto dei nuovi criteri che sanciscono la diagnosi di positività anche con testa antigenici rapidi, effettuati in farmacie, laboratori e strutture convenzionate. Sono infatti 22.494 i tamponi analizzati complessivamente nelle ultime 24 ore, di cui 19.138 del percorso diagnosi, con una positività del 40,5%. I soggetti con sintomi sono 658, i casi in fase di approfondimento epidemiologico sono 1.782, salgono i positivi in setting scolastico/formativo che sono 62. Sono inoltre 3.154 i contatti stretti di casi positivi, 2.003 in contatti domestici, 31 i contatti in ambiente di vita socialità. La provincia di Ancona si conferma con quella con più casi, 2.122, seguita da Pesaro Urbino con 1.977, Macerata con 1.392, Ascoli Piceno con 1.097, Fermo con 859 e 301 casi fuori regione. Le fasce di età 25-44 anni e 45-59 sono quelle in cui il contagio circola maggiormente, rispettivamente con 2.100 e 2.045 casi. Ma il virus è ormai presente prevalentemente tra i giovani: ci sono 2.109 casi nelle fasce di età da zero a 18 anni, dei quali 704 tra i bambini 6-10 anni.

 

 

Sardegna

In Sardegna si registrano oggi 685 ulteriori casi confermati di positività al Ccovid, sulla base di 4.346 persone testate. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 81508 tamponi ( N.B. nel numero totale dei tamponi processati sono ricompresi 53614 test effettuati nei giorni scorsi e finora non conteggiati). I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 27 (uno in meno di ieri). I pazienti ricoverati in area medica sono 235 (3 in meno di ieri). Sono 20.757 i casi di isolamento domiciliare (440 in meno di ieri). Si registrano 7 decessi: due uomini di 79 e 81 anni, residenti nella provincia del Sud Sardegna; 4 uomini di 59, 74, 76 e 80 anni, residenti nella Città Metropolitana di Cagliari, e una donna di 89 anni, residente nella provincia di Oristano.

 

Calabria

Dodici decessi in più e contagi in risalita in Calabria. Sono 2.834 i nuovi positivi (ieri erano 1.693) con 12.408 tamponi e il tasso che dal 18,05 sale al 22,84%. Non si arresta il trend dei ricoveri nei reparti, +8 (446) mentre scendono di due unità quelli in terapia intensiva (33). I guariti sono 109.519 (+1.592), gli attualmente positivi 38.362 (+1.230) e gli isolati 37.883 (+1.224). In Calabria, ad oggi - riportano i dati giornalieri relativi all'epidemia da Covid-19 comunicati dai Dipartimenti di Prevenzione delle Aziende sanitarie provinciali della Regione Calabria - il totale dei tamponi eseguiti è di 1.877.570 e le persone risultate positive al Coronavirus sono 149.624. Territorialmente, dall'inizio dell'epidemia, i casi positivi sono così distribuiti: Catanzaro: Casi attivi 5.439 (75 in reparto, 12 in terapia intensiva, 5.352 in isolamento domiciliare); casi chiusi 14.566 (14.377 guariti, 189 deceduti); Cosenza: casi attivi 9.752 (136 in reparto, 9 in terapia intensiva, 9.607 in isolamento domiciliare); casi chiusi 30.501 (29.732 guariti, 769 deceduti); Crotone: casi attivi 2.657 (29 in reparto, 0 in terapia intensiva, 2.628 in isolamento domiciliare); casi chiusi 11.270 (11.133 guariti, 137 deceduti); Reggio Calabria: casi attivi 12.284 (183 in reparto, 11 in terapia intensiva, 12.090 in isolamento domiciliare); casi chiusi 44.402 (43.894 guariti, 508 deceduti); Vibo Valentia: casi attivi 8.009 (20 in reparto, 0 in terapia intensiva, 7.989 in isolamento domiciliare); casi chiusi 9.005 (8.875 guariti, 130 deceduti).

 

Video

 

 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 19 Gennaio 2022, 00:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA