AstraZeneca, in Sicilia, Trento e Basilicata le maggiori quantità di dosi del vaccino non utilizzate

AstraZeneca, in Sicilia, Trento e Basilicata le maggiori quantità di dosi del vaccino non utilizzate

Sono 26 milioni 916.650 le dosi di vaccino anti-Covid consegnate all'Italia, e di queste ne sono state somministrate 23.349.402 (pari all'87%). Ne restano dunque nei frigo 3.567.248. Di queste, circa 3 milioni sono equamente divise tra AstraZeneca e Pfizer, che ha la più alta quota di somministrazione: il 92% delle 17.796.870 dosi consegnate, mentre Astrazeneca è al 76% delle 6.565.080 consegnate. Moderna è all'82% (su 2.217.900).La quota più bassa la fa registrare il monodose J&J, con il 46% di somministrazioni (su 336.800). Le maggiori quantità di Astrazeneca non utilizzate si hanno in Sicilia (52%), Provincia Trento (56%), Basilicata (57%).

 

Riaperture, ipotesi coprifuoco posticipato e via libera ai ristoranti al chiuso. Il governo studia la svolta

Long covid, solo il 20% guarisce davvero: i sintomi sono affaticamento, tosse e nebbia nel cervello

 

 

 

 

 

 

 


Ultimo aggiornamento: Sabato 8 Maggio 2021, 21:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA