Covid, Fauci: «Non sono convinto dell'origine naturale del virus»

Video

«Non sono convinto dell'origine naturale del Covid», a dirlo è Anthony Fauci, direttore dell'Istituto nazionale di malattie infettive e consigliere della Casa Bianca sul Covid. Fauci afferma di non essere convinto che il virus del Covid si sia sviluppato per vie naturali.

 

Wuhan, 3 ricercatori del laboratorio «si ammalarono nel novembre 2019»: nuovo dossier Usa. La Cina: stop teorie complotto

 

 

Quando gli è stato chiesto se il virus fosse stato originato naturalmente, Fauci ha risposto: «non ne sono convinto, penso che dovremmo indagare su ciò che è successo in Cina. Certamente le persone che stanno indagando sostengono che l'emergenza nasca da un animale che ha contagiato gli individui, ma potrebbe essere stato qualcos'altro e noi abbiamo bisogno di scoprirlo. Per questo sono assolutamente a favore di un'indagine».

 

La pandemia covid «poteva essere evitata nel 2020». Rapporto choc boccia Oms e governi

 

«Potrebbe essere qualcosa di diverso»

«Certamente le persone che hanno indagato dicono che probabilmente è emerso da una riserva di animali e poi ha infettato gli individui - ha continuato riferendosi alle ipotesi sulle origini del virus - ma potrebbe anche essere qualcosa di diverso e dobbiamo scoprirlo». «Questa è la ragione - ha concluso - per cui io dico di essere assolutamente in favore di ogni inchiesta sull'origine del virus».

 

Le dichiarazioni di Fauci arrivano dopo che il Wall Street Journal ha rivelato l'esistenza di un rapporto dell'intelligence americana secondo il quale tre ricercatori dell'istituto di virologia di Wuhan nel novembre del 2019 sono stati ricoverati con sintomi riconducibili al Covid.


Ultimo aggiornamento: Martedì 25 Maggio 2021, 07:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA