Spiagge con wifi e villaggi smart working: come sono cambiate le nostre vacanze
di Veronica Cursi

Smart working, spiagge con wifi e villaggi per lavoratori: come sono cambiate le nostre vacanze

Costanza è in collegamento con il capo, qualche metro più in là i bambini fanno una gara di castelli di sabbia. Paolo, due ombrelloni più avanti, sta scrivendo un documento per la sua compagnia di assicurazioni: l'ufficio è uno stabilimento di Fregene, la scrivania una sdraio a due passi dal mare. Iperconnessi. Con il pc in spiaggia, sui monti o in campagna. È questa la nuova vita dei lavoratori post Covid in quest'estate di workation, (termine che unisce le parole work, lavoro, e vacation, vacanza). Unica condizione: essere dotati di wifi ad altà velocità. E gli operatori del settore, neanche a dirlo, ne hanno subito approfittato.

Statali, smart working per un milione di dipendenti nel 2021. Per gli altri visiera e mascherina

Sul litorale laziale sono sempre di più gli stabilimenti tecnologici: spiagge dotate di angoli dedicati allo smart working, servizio all'ombrellone e animatori per tenere occupati i pargoli. E chi cerca le seconde case può star tranquillo: su Airbnb si affittano appartamenti turistici «con spazi dedicati al lavoro da remoto» e un po' in tutta Italia sono nati gli Smart Working Village: villaggi turistici attrezzati per i lavoratori in vacanza con internet, food delivery nei bungalow e servizio stampa. Così voi andate in vacanza e il lavoro pure.
 

Ultimo aggiornamento: Domenica 28 Giugno 2020, 11:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA