Prenotare il viaggio oppure no, ecco il dilemma per il 3 giugno
di Mauro Evangelisti

Prenotare il viaggio oppure no, ecco il dilemma per il 3 giugno

Prenoto o non prenoto? E dove prenoto? E come vado, in macchina, in treno, in aereo? E in quale regione mi posso spostare: in Sardegna e in Sicilia chiedono il passaporto sanitario ma nessuno sa cosa sia; ancora non si capisce se il 3 giugno ci si potrà spostare da una regione all’altra, se dal Lazio potrai andare in Campania, se le regioni saranno divise in fasce come le squadre della Champions quando ci sono i sorteggi e alla fine potrai spostarti solo in quelle della tua categoria. Certo, il Molise è bellissimo, però. E poi cominci a trafficare su Skyscanner, sui siti delle compagnie aeree, timidamente stanno riprendendo i voli per altri paese europei, ma se già è complicato raggiungere Terni, immagina Mykonos o Ibiza, tra paesi che promettono quarantene o città, come Atene, che quando atterri ti fanno il tampone e devi aspettare 24 ore chiuso in hotel l’esito. Un’estate così non c’era mai stata (per fortuna). Per cui spulci il sito di Ryanair che riprende i voli per Lisbona, guardi le recensioni del fantastico resort a quattro stelle in Puglia, ipotizzi itinerari in Calabria. Poi posi il tablet o lo smartphone e torni a guardare una serie in tv, perché cercare una viaggio che probabilmente non potrai mai fare è frustrante. 

Ultimo aggiornamento: Sabato 23 Maggio 2020, 00:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA