Vaccini Lazio, via agli open junior: già pronti oltre 100 pediatri
di Camilla Mozzetti

Vaccini Lazio, via agli open junior: già pronti oltre 100 pediatri

Nella battaglia contro il Covid fanno il loro ingresso ufficiale i “junior open day” ma i pediatri - che hanno sottoscritto l’accordo con la Regione appena qualche giorno fa - sono pronti a vaccinare i propri mutuati negli ambulatori dal 15 giugno. La data è stata annunciata dalla Regione e ribadita dalla Fimp, la Federazione italiana medici di pediatria: «Da martedì - spiega la presidente Teresa Rongai - i pediatri che ad oggi hanno dato l’adesione alla campagna, inizieranno a ricevere i primi flaconi e potranno procedere con le vaccinazioni». Il farmaco destinato ai giovanissimi tra i 12 e i 16 anni è il Pfizer. 

Prenotazioni Pfizer Lazio, ecco i primi appuntamenti disponibili: lista completa centri vaccinali

LE CONSEGNE
«La Regione ci ha promesso - prosegue la presidente della Fimp - due flaconcini a settimana che equivalgono a 12 dosi, stiamo chiamando le famiglie, che hanno già la possibilità di accedere agli open junior, poi quando le dosi aumenteranno anche in vista di settembre e del fatto che molti nostri pazienti compiranno 12 anni le vaccinazioni negli ambulatori entreranno a pieno regime». Al momento degli oltre 650 professionisti convenzionati con le Asl di tutta la Regione hanno dato la loro disponibilità alla campagna vaccinale un centinaio di camici bianchi. «Contiamo - conclude la Rongai - che il numero delle adesioni aumenti». 

Covid Lazio, bollettino 10 giugno: 194 nuovi casi (126 a Roma). Al via prenotazioni vaccino 12-16 anni

RAGAZZINI FRAGILI
Intanto per quei pazienti che hanno codici di esenzione, perché affetti da patologie specifiche, le vaccinazioni verranno gestite direttamente dalle Asl o nei “junior open day” o negli hub e ospedali. Le Asl hanno infatti chiesto ai pediatri gli elenchi dei piccoli pazienti cosiddetti “fragili” che dovranno essere immunizzati in ambienti maggiormente protetti e dotati di punti di primo soccorso. Una buona parte di ragazzini - dai 14 ai 16 anni - sarà invece vaccinata anche dai medici di famiglia perché al compimento del 14esimo anni di età i ragazzini, senza la richiesta di proroga delle famiglie per continuare a essere seguiti dal pediatra, passano automaticamente con medico di base. E passando ora ai “junior open day” ieri pomeriggio la Regione ha aperto le prenotazioni sul portale e in un attimo è stato “boom”. «Nella prima mezz’ora sono state circa 7 mila le prenotazioni - analizza l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato - un vero e proprio successo». Le somministrazioni con il vaccino Pfizer avranno luogo nelle giornate di sabato 12 e domenica 13 e sabato 19 e domenica 20 giugno. «Desidero ringraziare tutti i nostri operatori e pediatri di libera scelta che hanno aderito all’iniziativa - conclude l’assessore - Obiettivo nei due fine settimana è quello di vaccinare 40 mila ragazzi nella fascia di età 12/16 anni. Chi non riuscirà a prenotarsi potrà farne richiesta al proprio pediatra di libera scelta o al medico di medicina generale dal prossimo 15 giugno». 

LA GIORNATA
Intanto i dati sui nuovi contagi restano da “zona bianca”. Ieri nel Lazio pur con un leggero aumento i nuovi positivi sono stati 194, quindici in più rispetto al giorno precedente a fronte, però, di un aumento di tamponi. I decessi registrati sono stati 6, uno in meno rispetto a mercoledì mentre continuano a diminuire i pazienti ricoverati: 543 nei reparti ordinari, 108 nelle Terapie intensive. Sul fronte delle vaccinazioni totali, infine, ieri nuovo record: 68.031 dosi somministrate che portano la campagna a superare le 3,9 milioni di vaccinazioni, il 54% di prime dosi mentre il 27% ha concluso il percorso. 
 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 11 Giugno 2021, 09:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA