Manifestazioni e cortei, un sabato ad alta tensione: e si riparte con gli sgomberi
di Camilla Mozzetti

Roma, tra cortei e manifestazioni un sabato ad alta tensione: e si riparte con gli sgomberi

A ventiquattr'ore dal suo insediamento in via di San Vitale si è trovato già a discutere un argomento delicato: il weekend che la Capitale si appresta a vivere tra manifestazioni di estrema destra, con risposte antifasciste, e movida in netta ripresa dopo fine settimana turbolenti che sono trascorsi contando diverse aggressioni contro i vigili urbani e l'accoltellamento di un 23enne allo Scalo di San Lorenzo. Primo Comitato provinciale d'ordine e sicurezza per il neo Questore Mario Della Cioppa che oggi guiderà il tavolo tecnico in Questura, necessario a disporre i servizi di controllo, attesi già da stasera.

Roma, la Questura vieta il sit-in dei Sovranisti: rischio folla. Tra i partecipanti anche il leader di Forza Nuova

Per nulla impreparato di fronte alla complessità di Roma - che annovera anche la questione degli sgomberi dei palazzi occupati - in vista degli appuntamenti imminenti, Della Cioppa firmerà oggi la sua prima ordinanza che molto probabilmente vedrà un dispiegamento affatto banale di agenti e militari sulle strade. Domani alle 12 l'Anpi, il Pd e diverse associazioni - con una stima di circa 500 partecipanti - si ritroveranno in piazza del Campidoglio. Una risposta, la loro, alla manifestazione di CasaPound che - a partire dalle 16 - si radunerà in piazza dei Santi Apostoli. Ieri dal Comitato non è arrivato nessun divieto per entrambe le manifestazioni. Che tuttavia saranno blindate, come è facile supporre, visto anche il clamore suscitato in primis dal gruppo tartarugato. In serata il sipario si alzerà in diversi punti di Roma per cercare di contenere i rigurgiti della movida. Il modello Roma anti-Covid con una composizione interforze disseminata nei punti caldi e particolarmente vissuti dalle persone è un dispositivo che Della Cioppa non conosce da ieri.

Ioapro, la Questura vieta sit-in a Montecitorio. Gli organizzatori: «A Roma 130 pullman»


IL MODELLO
In maniera analoga - pur con le dovute diversità - era stato già declinato dal neo Questore a Catania e su Roma anche a fronte del monito del Prefetto Matteo Piantedosi sulle colonne de Il Messaggero appena una settimana fa, non sarà trascurata l'attenzione alla cosiddetta mala movida che non risparmia zone meno centrali, come ad esempio piazza dei Mirti a Centocelle o proprio lo Scalo di San Lorenzo, in parte esentate nei mesi scorsi dal dispositivo di controllo e sicurezza. E tra gli argomenti che torneranno presto nell'agenda del neo Questore anche il capitolo sugli sgomberi. Se non fosse altro per i dossier caldi, come quello su viale del Caravaggio, o i censimenti già chiusi, a partire da quello dell'ex clinica Villa Fiorita a Torrevecchia.
 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 28 Maggio 2021, 07:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA