Roma, rissa-choc a Trastevere: calci e pugni tra giovanissimi (senza mascherine)

Video
di Marco Pasqua

Se la zona gialla, nel Lazio, è sempre più vicina, in molti, soprattutto, tra i giovanissimi, hanno già iniziato ad ignorare le più banali norme anti-assembramento (e, quindi, anti-contagio). Un atteggiamento stigmatizzato da chi teme, nelle settimane a venire, un aumento dei casi di positività. Eppure la cronaca dell'ultimo weekend, a Roma, secondo i video e le foto circolate sui social, parla chiaro.

Non ci sono state solo le due comitive che si sono affrontate al Pincio (ma, per fortuna, a parte una scazzottata tra due ragazze, la situazione non è degenerata). Sabato sera, infatti, a piazza Fiume, decine di giovanissimi, con macchine al seguito, si sono dati appuntamento con alcol e musica per ballare in strada. Una scena già vista a marzo, prima dell'ingresso del Lazio in zona rossa: in quell'occasione, arrivarono i carabinieri e la polizia, e qualche partecipante venne identificato a multato. Stavolta, i ragazzi ballano indisturbati, come mostra il video pubblicato da WelcomeToFavelas, sempre più aggregatore virtuale di questo genere di violazioni (reali).

Video

Poche ore prima, a Trastevere, due diverse comitive si erano affrontate a calci e pugni. Video choc, quelli girati da alcuni presenti: nei filmati si vedono diversi ragazzi con i caschi, come se più gruppi si fossero dati appuntamento per una rissa. In alcuni frangenti, alcuni giovanissimi infierire su un coetaneo rovinato a terra. Il tutto avviene nell'indifferenza generale, senza che nessuno intervenga. Quando una volante della polizia è arrivata sul posto, larga parte dei partecipanti alla rissa era già fuggita. Una ragazza ha riferito di essere stata colpita da una bottiglia, ma non ha fatto ricorso alle cure mediche.


Ultimo aggiornamento: Martedì 20 Aprile 2021, 09:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA