Covid, D'Amato: «Paghiamo "l'effetto Azzurri". Ma nessuna complicazione per gli ospedali»

Covid Lazio, D'Amato: «Paghiamo "l'effetto Azzurri". Ma nessuna complicazione per gli ospedali»

I festeggiamenti per la vittoria dell'Italia stanno comportando diverse conseguenze dal punto di vista epidemiologico nel Lazio. A partire dal numero dei contagi, che nell'ultima settimana è ripreso a salire. Diversi focolai Covid si sono accesi in alcuni punti di Roma. Quello più rilevante è legato al pub Clifton, nel quartiere Casaletto, dove ci sono stati oltre 100 contagiati. «Stiamo pagando il cosiddetto “effetto Gravina” – ha dichiarato l’assessore alla Sanità e Integrazione Sociosanitaria, Alessio D’Amato, a margine della consegna degli attestati di benemerenza per l’impegno profuso durante la pandemia agli operatori informatici di Laziocrea. ma senza complicazioni negli ospedali –. I casi sono ancora destinati ad aumentare per l’effetto del calo di tensione in occasione dei festeggiamenti per gli Europei, che durerà ancora alcuni giorni».

Roma, il cluster in un centro estivo alla Balduina: più di venti bimbi positivi

Chi sono i nuovi positivi

I nuovi positivi sono per lo più giovani ancora non vaccinati e questo «significa, ancora una volta, quanto sia importante vaccinarsi e raggiungere l’immunità di gregge», prosegue D'Amato. Che poi rassicura: «La situazione è sotto controllo e nel Lazio i casi attualmente positivi complessivi sono la metà di altre grandi regioni, quindi nessun allarme e vaccinarsi. Ancora una volta ricadono sulle spalle del SSR e dei suoi operatori, l’onere e gli effetti del calo di tensione».

 

 


Ultimo aggiornamento: Martedì 20 Luglio 2021, 14:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA