Velletri, scooter contro un’auto: Davide muore come il cugino. Sotto accusa la velocità

Velletri, frontale contro un’auto: Davide muore come il cugino

di Alessia Marani

Muore a 14 anni appena in sella al suo scooter, quando era a pochi metri da casa. Un’intera cittadina, Velletri, è sotto choc per la scomparsa di Davide Cugini. Il ragazzino, studente del primo anno alle superiori, avrebbe compiuto 15 anni a ottobre. Venerdì sera era uscito per incontrarsi con gli amici che lo stavano aspettando poco distante, aveva appena salutato i suoi genitori quando, intorno alle dieci, in via di Colle Caldara si è scontrato con una Volkswagen Golf guidata da un 38enne, anche lui del posto. L’impatto è stato micidiale e non gli ha lasciato scampo. Sotto accusa la velocità. 

Incidente a Velletri, Davide muore a 14 anni: fatale l'impatto del suo scooter contro un'auto

La ricostruzione

Davide stava percorrendo Colle Caldara, in aperta campagna, una strada stretta e tortuosa che collega la via dei Laghi con la via Appia Nuova, un tratto in discesa e lungo il quale col suo motorino avrebbe preso una discreta velocità. All’uscita della semicurva, secondo una prima ricostruzione dei carabinieri, si sarebbe allargato con lo scooter invadendo la corsia opposta sulla quale sopraggiungeva la Golf, nei pressi di via Fontana Fiume. Micidiale l’impatto laterale-frontale: «Me lo sono trovato davanti, non ho potuto evitarlo», ha detto l’uomo ai primi soccorritori. Davide ha sbattuto prima sul cofano poi sul parabrezza volando via per una decina di metri sull’asfalto. Nonostante il ragazzino indossasse il casco, l’urto è stato talmente forte da non lasciargli scampo. Il 38enne si è fermato, ha chiamato il 112, sotto choc è stato poi medicato in ospedale. Negativi alcol e droga test.

 

I rilievi

Inutile per il quattordicenne la disperata corsa in ambulanza al pronto soccorso di Velletri dove è giunto già morto. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della locale stazione per i rilievi del caso. La strada è rimasta chiusa a lungo per permettere le operazioni. Sotto sequestro scooter e automobile. La dinamica lascerebbe intendere che all’origine dello scontro possano esserci la velocità sostenuta e la distrazione, anche se sarà l’inchiesta della magistratura a stabilire con certezza le cause. 

Paese in lutto

La salma del quattordicenne è stata portata all’obitorio diel Policlinico di Tor Vergata, a disposizione dell’autorità giudiziaria. La famiglia di Davide è molto conosciuta a Velletri, uno zio è impegnato in politica a livello comunale, altri parenti hanno delle attività commerciali storiche. Anche il 38enne lo conosceva. L’intera cittadina dei Castelli ora piange l’adolescente che frequentava il primo anno delle scuole superiori, sistemava sempre con cura il suo motorino a cui teneva tanto e adorava giocare alla pallacanestro. Tanti i messaggi di cordoglio per i genitori Stefano e Isabella e la sorellina più piccola, Sofia. In molti ieri mattina sul luogo dell’impatto hanno portato fiori e lasciato messaggi. Una famiglia che per un tragico destino aveva già versato lacrime per la perdita di un cugino di Davide, Devis, morto a soli 16 anni diversi anni prima sulla via Appia Nuova, semper in un incidente stradale. Anche su Instagram gli amici hanno scritto messaggi in ricordo del quattordicenne: «Ciao Da’», quindi l’immagine di un angioletto e un cuore sulla sua fotografia. 


Ultimo aggiornamento: Domenica 27 Giugno 2021, 08:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA