Can Yaman a Roma, folla di fan per il sexy attore. Il capo della polizia: «Intollerabile». Arriva la multa per il divo

Video
di Veronica Cursi

Mamma li turchi. E' proprio il caso di dirlo. Almeno a guardare la folla di persone che ieri hanno invaso il centro di Roma per salutare il bellissimo attore turco Can Yaman, nella Capitale per girare uno spot del regista Ferzan Ozpetek con Claudia Gerini. Decine di persone assembrate - in barba alle norme anti-Covid - che dalla mattina hanno aspettato davanti all'hotel Eden per ben 9 ore, cellulari alla mano, solo per un selfie o un autografo con l'interprete della soap opera di successo Daydreamer, nuovo idolo delle ragazze. E per il divo turco è scattata pure una multa.

Can Yaman a Roma per il nuovo spot di Ozpetek, folla di fan (e assembramenti): tutte pazze per il turco

La polizia

Un raduno di fan che poco è piaciuto al capo della Polizia Franco Gabrielli che ha chiesto una relazione per una «immediata e dettagliata» ricostruzione di quanto avvenuto ieri in centro a Roma. Le immagini sono circolate in queste ore sui social. Gabrielli, secondo quanto si apprende, ha espresso una dura critica per l'accaduto, in quanto si è creato un assembramento ingiustificato, e ha ribadito la necessità della «massima attenzione» affinché simili episodi non si ripetano: situazioni simili, avrebbe sottolineato il capo della Polizia, «non solo espongono al contagio molte incaute persone ma gettano discredito sull'impegno delle forze di Polizia».

 

La notizia che per i ciak era stato affittato il ristorante dell'albergo era girata in fretta sul web. E le fan non si sono perse d'animo. In strada, ora dopo ora, si è scatenato il delirio. Tanto che la stessa produzione a un certo punto ha offerto thè caldo alle giovanissime che hanno sfidato il freddo per Yaman. Le fan sono rimaste in strada per ore con gadget, cuscini a forma di cuore, a sventolare foto del bell'attore. E quando il sexy Yaman, dopo 2 ore,  si è concesso al bagno di folla c'era talmente tanta calca che era quasi impossibile vederlo.  Ma il Covid?

E per il divo, alla fine della giostra, è fioccata anche una sanzione per violazione delle norme anti-Covid. Secondo quanto si è appreso, la sanzione di 400 euro è scattata per l'assembramento davanti all'albergo romano: come riferiscono fonti della questura, con l'entourage dell'attore e con l'albergo era stato concordato che Yaman entrasse da una porta posteriore, come è effettivamente avvenuto. Successivamente però l'attore, dicono le stesse fonti, sarebbe uscito, senza avvertire, dalla porta principale, dove alcuni fan si sono accalcati per gli autografi. Le forze dell'ordine presenti all'esterno li hanno poi allontanati. 


 


Ultimo aggiornamento: Domenica 10 Gennaio 2021, 10:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA