Botti di Capodanno, a Roma è strage di uccelli alla stazione Termini

Video
di Giuseppe Scarpa

Una strage di uccelli per i botti di Capodanno. A Roma, In via Cavour, zona stazione Termini, c'è un tappeto di storni sull'asfalto. Impressionante l'immagine pubblicata su Facebook da una residente. Un'istantanea che è stata commentata da centinaia di persone.

Ebbene la foto è stata scattata poco dopo la mezzanotte, questo fa supporre che la moria sia appunto collegata all'esplosione di petardi e fuochi d'artificio per salutare il nuovo anno. Un tappeto nero di piccoli volatili, una immagine macabra. In un video pubblicato su You Tube stamattina un automobilista commenta scioccato la vicenda: "centinaia morti in via Cavour, sono morti di paura, una cosa incredibile, mi è passata la gioia". Stamattina la situazione era già migliorate, rimosse la carcasse degli stormi, ne rimanevano pochi ancora sull'asfalto.   

Roma, festa di Capodanno nell'albergo del centro con cena e balli, ma arriva la polizia: 27 persone multate

 

 

Protezione animali protesta. «Il Capodanno 2021 fa strage di uccelli a Roma. Sono morti a centinaia gli uccelli, soprattutto storni, che hanno scelto come dormitori gli alberi tra la Stazione Termini e la parte alta di via Cavour.Nella capitale sono state molte le esplosioni di mezzanotte: la 'guerra di Capodannò è andata in scena anche quest'anno nonostante il divieto imposto dall'ordinanza della sindaca Raggi». Lo afferma, in una nota, l'Organizzazione internazionale protezione animali (Oipa). «Ogni anno non facciamo che ripeterlo: la vendita di petardi e fuochi d'artificio va vietata e le aziende riconvertite - commenta il presidente dell'Oipa, Massimo Comparotto - Le ordinanze sono inutili, di fatto i controlli non esistono e ogni anno contiamo centinaia di esemplari morti e feriti tra la fauna selvatica e tanti animali domestici feriti o smarriti a causa dei botti e della distrazione dei proprietari. Ô tempo che il legislatore rimedi a tale scempio che colpisce anche gli umani. Ô questione di salute, ordine pubblico e, soprattutto, di civiltà».

 

 

Video

 

 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 1 Gennaio 2021, 14:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA