Carabinieri arrestano la banda del «Selfie-Stick»: in manette tre cubani che agivano nel centro storico
di Marco De Risi

Roma, carabinieri arrestano la banda del «Selfie-Stick»: in manette tre cubani che agivano nel centro storico

Erano una banda di cubani specializzati nel rubare nei ristoranti del centro storico. Facevano finta di scattarsi dei selfie ed intanto rubavano le borse alle clienti dei ristoranti presi di mira. Dovranno rispondere di furto aggravato i componenti della banda del «selfie-stick», scoperti in azione in un ristorante di via delle Muratte, a due passi da Fontana di Trevi.

Furti ai mezzi in sosta sul lungomare di Sabaudia, banda messa in fuga dai carabinieri

Si tratta di 3 cittadini cubani di età compresa tra i 20 e i 34 anni, tutti domiciliati a Roma e incensurati, che sono stati sorpresi dai Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina subito dopo essersi appropriati della borsa di una turista belga che stava pranzando seduta al tavolo di un ristorante.

Roma, algerino specializzato in furti durante la finale Italia-Inghilterra: arrestato dai carabinieri

Per afferrare «il malloppo», la banda ha utilizzato con maestria proprio un selfie-stick, l’accessorio tanto in voga negli ultimi tempi per scattare fotografie con i telefoni cellulari: dopo essersi seduti ad un tavolo vicino a quello della vittima, uno di loro, tramite l’asta allungabile, è riuscito ad agganciare la borsa, sfilarla dalla sedia a cui era stata appoggiata e portarla verso di loro.

Furto con il trucco della ruota bucata: inseguiti e presi da poliziotto fuori servizio

Subito dopo è scattata la fuga, ma quello che non potevano sapere è che a tenerli d’occhio ci fossero i Carabinieri che, notata la scena, li hanno bloccati recuperando l’intera refurtiva.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 19 Luglio 2021, 12:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA