Albano, protesta degli autisti degli scuolabus per i mancati pagamenti della 14esima e stipendio di giugno

Albano, una ventina di autisti e assistenti degli scuolabus di Albano e Ariccia hanno tenuto un sit-in di protesta davanti al Comune di Albano con i delegati sindacali USB. La manifestazione pubblica è derivata dal fatto che non hanno ancora ricevuto il pagamento della quattordicesima e del mese di giugno. Sono stati ascoltati anche dalla consigliera comunale capogruppo di Fratelli d'Italia all' opposizione Federica Nobilio che ha promesso loro che giovedì farà un'interrogazione al sindaco e alla giunta in consiglio comunale per avere chiarimenti in merito . Momenti di tensione si sono registrati quando l'assessore ai trasporti Stefania Cavalieri è scesa a parlare con i sindacalisti e i dipendenti degli scuolabus spiegando loro che il comune era in regola con i pagamenti e che tutto era apposto come dichiarato anche ieri in un comunicato stampa del sindaco Marini.

I dipendenti si sono molto arrabbiati perché invece non risulta nessun bonifico fatto nei loro riguardi, da parte dell'azienda dei trasporti locali, nè della quattordicesima nè del mese di giugno . Sul posto anche gli agenti della polizia di stato e i carabinieri ma la situazione è stata sotto controllo . Alle 12 sono stati ricevuti una delegazione di sindacalisti e di lavoratori dall'assessore ai trasporti in comune. La loro sede di lavoro è nella frazione di Cecchina in via Nettunense al Km 9.800 dove ha sede l'azienda di trasporti pubblico locale e degli scuolabus. La scelta di protestare davanti al comune di Albano è stata dettata dal fatto che è il Comune più grande dove prestano servizio.  Foto Luciano Sciurba