Roma, allarme topi a Ponte Milvio. «Così saltano da un cassonetto all'altro»

A balzare assieme ai ratti sono state due ragazze, spaventate e sorprese sotto un noto hotel nei pressi di Ponte Milvio

Allarme topi a Ponte Milvio. «Così saltano da un cassonetto all'altro»

di Maria Longobardi

In Prati quattro topi sono stati visti saltare stamattina da un secchione all’altro in pieno centro. Oggi, a balzare assieme ai ratti sono state due ragazze, spaventate e sorprese sotto un noto hotel nei pressi di Ponte Milvio: «Erano grandi come gatti» hanno dichiarato. Un altro chiaro segnale di una problematica sempre più accesa che non risparmia nessuna area di Roma.

Numerosissime ad oggi le segnalazioni su tutto il territorio, ma ancora nessun rimedio efficace in vista. Per una Capitale gremita di turisti, il sempre più incontrollabile degrado non si pone come il migliore dei biglietti da visita. All’allarme igienico-sanitario, aggravato dalle elevatissime temperature, si affiancano i timori suscitati dalle fobie di cittadini e non. 

Serpenti a Roma, cinque rettili nel giardino di un'abitazione nel quartiere Torre Gaia: «Siamo terrorizzati». L’esperto: «Attratti dai luoghi umidi»

I numeri

Ormai è noto che il numero di ratti nella città di Roma è di circa tre topi per ogni romano; per un totale di quasi 10 milioni di roditori “residenti nella capitale”.

I cassonetti aperti in centro, l’incuria nella pulizia degli argini del fiume, la rassegnazione e l’abitudine dei residenti nella scarsa pulizia e manutenzione dell’impianto stradale e fognario; sono mai come ora problematiche da risolvere. 

Il Primo municipio, vessato da questo allarme, aveva già a gennaio di quest’anno dichiarato di voler derattizzare con una parte dei fondi stanziati dal PNRR; prima che Roma si appresti ad accogliere il Giubileo del 2025.


Ultimo aggiornamento: Domenica 20 Agosto 2023, 13:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA