Stazione Termini, palpeggia due ragazze mentre fanno il biglietto: condannato a un anno

Il ghanese senzatetto di 21 anni fermato dalla polizia ferroviaria

Stazione Termini, palpeggia due ragazze mentre fanno il biglietto: condannato a un anno

di Erika Chilelli

Stavano prenotando i biglietti per il viaggio nell'area biglietteria della stazione Termini e non si sono accorte che un uomo, approfittando della confusione, si era avvicinato a loro. Così, mentre le due ragazze di 26 e 24 anni erano distratte, le ha palpeggiate. Le giovani hanno sporto denuncia e un senzatetto ghanese di 21 anni, Ibrahim Kawka, difeso dall'avvocato Martina Rodriguez Pereira, è stato condannato ieri, con rito abbreviato, a un anno di reclusione per violenza sessuale.
La confusione delle 15 di pomeriggio alla stazione, l'attenzione rivolta al tabellone delle partenze e la fretta di acquistare i biglietti per il viaggio. Le due ragazze non hanno avuto il tempo di notare il giovane che si stava muovendo verso di loro, fino a quando non ha messo in atto il suo piano: prima ha toccato i glutei di una delle due ragazze e poi, quando l'amica ha cercato di difenderla, ha ripetuto il gesto anche con lei. Le vittime hanno chiesto aiuto agli agenti del reparto di polizia ferroviaria, riferendo loro che il giovane le stava ancora seguendo. Gli agenti analizzando la videosorveglianza della stazione lo hanno identificato e arrestato: il 21enne, un senzatetto ghanese che aveva scelto la stazione come dimora temporanea, è stato condotto in carcere e in seguito accusato di violenza sessuale dalla Procura di Roma. La condanna, però, è stata decisa dal gup nel corso del processo con rito abbreviato. Così, Ibrahim dovrà scontare un anno di reclusione.

Stazione Termini, proprietario non cede l’incasso: il bandito distrugge il negozio davanti alle clienti terrorizzate

Roma, picchiato e rapinato alla Stazione Termini. «Stavo dormendo e due individui mi hanno aggredito»


I PRECEDENTI
La stazione Termini è ormai sempre più teatro di crimini: dai furti di profumi alle rapine, fino alle molestie sessuali. Il 14 maggio scorso una donna di 44 anni è finita in ospedale dopo essersi difesa da un tentativo di stupro in via Marsala. Ad intervenire i carabinieri che l'hanno sentita urlare. Il 25 giugno un'altra ragazza è stata palpeggiata da un 28enne polacco. Una piaga che va avanti già da tempo. Due anni fa il caso di un uomo che ha avvicinato una ragazza in piazza dei Cinquecento e, chiedendole se volesse comprare un santino, l'ha stretta a sé e l'ha baciata, cercando di trascinarla in un luogo appartato.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 19 Settembre 2022, 12:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA