Il gatto Spillo "aspirante" sindaco del Comune della Sabina
di Samuele Annibaldi

Rieti, il gatto Spillo "aspirante" sindaco del Comune della Sabina

RIETI - “Spillo e la storia del Gatto Sindaco”. Potrebbe sembrare una fiaba per bambini come quella di Perrault, autore de “Il gatto con gli stivali”, oppure “La storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare” di Luis Sepúlveda. Invece è ciò che realmente accade a Stimigliano, dove un gatto di nome Spillo, ogni giorno puntualmente, fa visita al suo municipio. Spillo vive nel centro storico, ma da subito pare aver nutrito una forte passione per le istituzioni. Ogni mattina, il gatto scrupoloso, “timbra” il suo cartellino e inizia il giro di controllo negli uffici. Dopo un breve periodo da dipendente ha tentato la scalata al potere, occupando costantemente l’ufficio del sindaco, tanto che dai suoi colleghi all’unanimità è stato insignito con la fascia tricolore e da lì è iniziata la suggestiva favola di Spillo, il gatto sindaco.

A raccontare l’aneddoto è il vero primo cittadino del Comune del Lazio, Franco Gilardi. «Spillo - spiega il sindaco - ormai fa parte della nostra squadra, partecipa anche alle riunioni di maggioranza, i dipendenti lo viziano con coccole e croccantini, ma lui ama mantenere la sua privacy e il suo romanticismo e la sera torna a dormire al vicolo “Del Bacio”. Ormai si è creato un rapporto di amicizia al punto che se la mattina Spillo non si presenta, i suoi “colleghi” chiedono notizie sul suo conto. La presenza di Spillo conferma il detto che a Stimigliano non si può dire che non ci sia mai un gatto».


Ultimo aggiornamento: Sabato 15 Maggio 2021, 00:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA