Salvini, Fedez risponde dopo l'attacco: «Io a Ibiza come rapper, tu al Papeete da ministro»

video
di Simone Pierini
«Io a Ibizia come rapper, tu al Papeete da ministro». Prima Fabio Volo, ora Fedez. Lo scontro a distanza con Matteo Salvini prosegue a colpi di insulti e provocazioni. Il rapper si è affidato a Twitter per rispondere all'ex ministro dell'Interno che ieri sera a Diritto e Rovescio lo aveva definito, insieme a Fabio Volo, «milionario di sinistra» sostentendo come mentre loro guadagnavano soldi lui cambattesse la mafia «a colpi di ruspa»

Leggi anche > Salvini su Fabio Volo e Fedez: «Due milionari di sinistra, mentre loro facevano soldi io combattevo la mafia a colpi di ruspa»​

Leggi anche > Fedez: «Più che un giustiziere, sembrava un Testimone di Geova»​



«Sai qual’è la differenza? - scrive Fedez nel tweet - Che noi guadagniamo onestamente senza pesare sulle tasche di nessuno. Il tuo partito è costato agli italiani 49 milioni di euro. Io ero a Ibiza questa estate e faccio il rapper, tu eri al Papeete ed eri il Ministro dell’interno. That’s it»
 

Il marito di Chiara Ferragni lo aveva già attaccato nella mattinata di ieri, schernendo il discusso gesto del citofono di Salvini. Attraverso Instagram Fedez si era espresso così: «Il buon Matteo forse voleva vestire i panni del giustiziere, mi è sembrato più un testimone di Geova mancato».
Ultimo aggiornamento: Venerdì 24 Gennaio 2020, 09:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA