Covid, Salvini: «Come tutte le malattie si può curare, evitiamo di iniettare il virus della paura»

Covid, Salvini: «Come tutte le malattie si può curare, evitiamo di iniettare il virus della paura»

«In medio stat virtus. Come tutte le malattie si può curare. Anche le variante sono più contagiose ma non più gravi. Si possono curare a casa». Così il leader della Lega, Matteo Salvini, in una conferenza stampa, al Senato. «È chiaro che da Speranza occorre un cambio di passo, di approccio. Tutela della salute ma affacciarsi alla vita». 

 

Leggi anche > Nuovo decreto Covid, Speranza: «Non ci sono le condizioni per abbassare le misure di contrasto alla pandemia»

 

«Ho sentito che la situazione negli ospedali è sotto controllo: questo non vuol dire abbassare la guardia e le precazioni ma evitare di iniettare il virus della paura», ha aggiunto Salvini. «Bisogna staccare i figli da questi maledetti telefonini, io litigo con i miei figli su questo. Ma se loro mi dicono, chiudono i bar, gli oratori, che devono fare? Spero di capire come limitare i danni perchè non vedo l'ora che i nostri ragazzi tornino a giocare sui gonfiabili o andare in giro liberi». 

 

«Al governo farò di tutto perchè ci siano segnali di ritorno alla vita: almeno avremo avvisi di una settimana in settimana. L'appello di Draghi a usare toni più pacati? È un'invenzione dei giornalisti. Ieri ho incontrato il premier e abbiamo parlato di salute, lavoro. Non ci sono stati appelli di nessun tipo», ha concluso il leader della Lega. 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 24 Febbraio 2021, 15:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA